Italia markets open in 8 hours 52 minutes
  • Dow Jones

    33.912,44
    +151,39 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    13.128,05
    +80,87 (+0,62%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • EUR/USD

    1,0163
    -0,0095 (-0,92%)
     
  • BTC-EUR

    23.645,06
    -461,18 (-1,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    571,41
    -19,35 (-3,28%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • S&P 500

    4.297,14
    +16,99 (+0,40%)
     

Siccità, Ravello lancia il piano di emergenza

Siccità Ravello
Siccità Ravello

Per rispondere all’emergenza siccità lungo la Costiera Amalfitana, il sindaco di Ravello Paolo Vuilleumier ha varato un piano contro gli sprechi, che prevede il “divieto assoluto di usare l’acqua potabile per usi diversi da quello civile-domestico”.

“Cali di pressioni delle reti idriche interne nell’area di Amalfi”

La decisione ha seguito la comunicazione del 21 giugno 2022 della Ausino S.p.a., che gestisce il servizio idrico integrato nell’Area Costa d’Amalfi, che segnalava la “presenza di cali di pressione delle reti idriche interne dei comuni gestiti, a causa di eccessivi assorbimenti, che non sono giustificabili con il normale utilizzo della risorsa idrica a scopo potabile”.

Provvedimenti contro l’uso improprio delle risorse idriche

L’Ausino ha chiesto ai sindaci del territorio gestito di prendere provvedimenti contro l’uso improprio delle risorse idropotabili e diverso dal consumo umano. C’è infatti il rischio che alcune delle frazioni più isolate possano rimanere completamente senza acqua potabile.

Sindaco di Ravello: “Contro la siccità, lavate i piatti con l’acqua della pasta”

Gli usi civili-domestici delle risorse idriche permessi dall’ordinanza sindacale di Ravello per contrastare la siccità, oltre al consumo umano, includono l’irrigazione di orti, giardini e prati, il riempimento delle piscine, il lavaggio di auto, e l’annaffiamento di corti e piazzali.

Queste le indicazioni fornite ai cittadini:

  • avere un maggior senso di responsabilità per non sprecare il patrimonio idrico

  • riparare prontamente le perdite delle apparecchiature di erogazione idrica

  • innaffiare le piante con l’acqua di lavaggio di frutta e verdura

  • usare l’acqua di cottura della pasta per il primo lavaggio delle stoviglie

  • fare docce veloci invece di bagni in basca

  • non lasciare scorrere di continuo l’acqua durante il lavaggio dei denti o la rasatura della barba

  • avviare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico

Leggi anche: Allarme siccità, Comuni e Regioni chiudono i rubinetti: cosa non si può più fare

Leggi anche: Decreto siccità, il Nord verso la zona rossa: sei regioni a rischio razionamento acqua

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli