Italia markets open in 4 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    28.725,51
    -500,09 (-1,71%)
     
  • Nasdaq

    10.575,62
    -161,88 (-1,51%)
     
  • Nikkei 225

    26.111,54
    +174,33 (+0,67%)
     
  • EUR/USD

    0,9817
    +0,0016 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    19.549,14
    -283,76 (-1,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    436,32
    -7,11 (-1,60%)
     
  • HANG SENG

    17.065,22
    -157,61 (-0,92%)
     
  • S&P 500

    3.585,62
    -54,85 (-1,51%)
     

Sicilia, non si arresta il calo dei contagi: la situazione

Covid Sicilia
Covid Sicilia

In Sicilia si sta riscontrando in queste ultime ore un calo dei contagi importante. Dai 3737 nuovi casi delle 24 ore precedenti, si è arrivati ai 2189 di oggi, mercoledì 10 agosto 2022. Non è così invece per il tasso di positività che è leggermente in rialzo: dal 16% è passato infatti al 16,2%. Netto calo infine dei tamponi effettuati: nella giornata di martedì 9 agosto ne sono stati somministrati 20.870 contro i 13.513 odierni.

Covid Sicilia, quali sono le province con più contagi

Le province nelle quali è stato registrato il maggior numero di contagi sono Catania con 469 nuovi casi, Messina (433) e Palermo con 387. Seguono Trapani e Agrigento dove sono stati rilevati rispettivamente 234 e 219 nuovi casi, Siracusa (159) e Ragusa (149). Chiudono Caltanissetta (95) ed Enna (44). Va segnalato per ciò che riguarda i ricoveri, il calo è stato riscontrato anche in area media dove i ricoveri hanno fatto segnare un -29. Non è così invece in terapia intensiva dove sono due in più rispetto alle 24 ore successive.

Il bilancio a livello nazionale

Guardando invece alla curva dei contagi su scala nazionale si segnala che i nuovi contagi rilevati in data odierna sono diecimila in meno circa (31.703 casi). I decessi invece sono stati 145 mentre le persone guarite sono state in tutto 80.051. Lieve calo dei ricoveri in terapia intensiva (-10), mentre sono stati 224 quelli in meno in area medica. I tamponi processati sono stati 201.509. Infine il tasso di positività è sceso dello 0,1% passando al 15,7%.