Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.852,99
    -1.245,84 (-4,60%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,04 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,57 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.751,62
    -747,66 (-2,53%)
     
  • Petrolio

    68,15
    -10,24 (-13,06%)
     
  • BTC-EUR

    47.410,20
    -5.128,39 (-9,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.365,60
    -89,82 (-6,17%)
     
  • Oro

    1.785,50
    +1,20 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,1320
    +0,0108 (+0,96%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    24.080,52
    -659,64 (-2,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,58
    -203,66 (-4,74%)
     
  • EUR/GBP

    0,8488
    +0,0076 (+0,91%)
     
  • EUR/CHF

    1,0440
    -0,0043 (-0,41%)
     
  • EUR/CAD

    1,4471
    +0,0296 (+2,09%)
     

Sicurezza stradale, Giovannini: "Obiettivo zero vittime non è irrealistico"

·1 minuto per la lettura

Sicurezza, obiettivo zero vittime sulle strade. ''La scorsa settimana ho avuto modo di leggere la bozza'' del nuovo piano sulla sicurezza stradale e di ''fare una serie d'osservazioni perché il tema è quello dell'obiettivo zero che non è un obiettivo impossibile''. ''Lo dobbiamo considerare un obiettivo realistico, possibile su cui impegnarsi a fondo''. Lo afferma il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, intervenendo sul profilo Facebook del Mims per discutere di sicurezza stradale.

Per raggiungere l'obiettivo zero vittime sulla strada ''ci sono diverse dimensioni che dobbiamo aggredire''. ''Un primo elemento riguarda la tecnologia per l'auto: abbiamo un parco molto vecchio e quindi dobbiamo procedere a un ricambio, non solo per motivi ecologici, ma anche di sicurezza. Girano ancora troppe macchine che non sono dotate degli strumenti di sicurezza di cui invece sono dotate le auto, i pullman, gli autobus, e gli automezzi pesanti più recenti'' dice Giovannini. ''Abbiamo bisogno di lavorare con le case produttrici ma anche di favorire questo ricambio attraverso gli incentivi'', aggiunge.

''Sappiamo che la pandemia ha determinato un risparmio forzato in tantissime famiglie, in particolare quelle che non hanno perso il lavoro, e quindi potrebbe essere il momento giusto per accelerare sul rinnovo del parco auto anche in funzione di sicurezza'' dice il ministro delle Infrastrutture.

''Questo governo per la prima volta, in considerazione delle difficoltà economiche che tante famiglie hanno affrontato, ha previsto anche incentivi per l'acquisto di auto di seconda mano, purché siano recenti. E' un modo per accelerare questa transizione doppia: ecologica e per la sicurezza stradale'', sottolinea Giovannini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli