Italia Markets closed

Sicuritalia annuncia ricorso al Tar contro sanzione Antitrust

Red/Gab

Roma, 17 dic. (askanews) - Sicuritalia "certa della correttezza dei propri comportamenti e certa di avere tenuto condotte conformi alle regole del mercato, respingendo ogni accusa" impugnerà il Provvedimento dell'Autorità dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio. Lo precisa la società in una nota in merito all'istruttoria avviata dall'Antitrust relativa ad una possibile violazione della normativa in materia di concorrenza messa in atto da cinque imprese del settore della Vigilanza Privata che hanno partecipato in Raggruppamento Temporaneo di Impresa ad alcune gare pubbliche per l'affidamento di servizi di sicurezza e che si è conclusa con l'imposizione di una sanzione amministrativa.

Nelle conclusioni, laddove contesta un abuso dell'utilizzo dei Raggruppamenti Temporanei di Impresa e dei subappalti, l'AGCM, afferma Sicuritalia, "non tiene in debito conto i vincoli strutturali che sono propri del settore della vigilanza privata. Il quadro normativo vigente, risalente al 1929, infatti impone alle aziende del settore di possedere per ogni provincia nella quale intendano operare una licenza prefettizia, la cui disponibilità non è né immediata né scontata. Per poter rispondere in maniera competitiva a sollecitazioni della clientela che, da un lato, coinvolgano più provincie e, dall'altro, prevedano l'utilizzo massiccio di Guardie Particolari Giurate con decretato prefettizio nella circostanza di grandi eventi di breve durata (es. EXPO), tale disposizione ha da sempre obbligato le aziende del settore a cooperare con altre". Secondo la società "l'assenza di tale possibilità di collaborazione implicherebbe la non possibilità di soddisfare siffatte esigenze della clientela ovvero di soddisfarle in maniera non economicamente efficiente e tale da creare un effettivo nocumento al mercato".