Italia markets open in 3 hours 15 minutes
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.513,04
    -238,58 (-0,83%)
     
  • EUR/USD

    1,1282
    -0,0038 (-0,34%)
     
  • BTC-EUR

    50.983,02
    +2.623,01 (+5,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.437,36
    -18,05 (-1,24%)
     
  • HANG SENG

    23.956,43
    -124,09 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     

Siemens, in trim4 vendite e ordini superano attese

·1 minuto per la lettura
Il logo Siemens su una nuova locomotiva Siemens Charger della Coaster Fleet a Oceanside

ZURIGO (Reuters) - Siemens prevede che i problemi alla catena di approvvigionamento che hanno ostacolato la ripresa del settore manifatturiero in seguito alla pandemia si allenteranno il prossimo anno, dopo aver chiuso il quarto trimestre dell'esercizio con vendite e ordini sopra le attese.

Il produttore di software per fabbriche e treni si aspetta un'ulteriore crescita redditizia poiché la situazione problematica creata dalla scarsa disponibilità di componenti e degli ingorghi alle reti logistiche dovrebbe migliorare nel corso dell'esercizio finanziario 2022 del gruppo.

Nel trimestre terminato a settembre le vendite di Siemens sono salite del 18% a 17,44 miliardi di euro, superando le attese degli analisti, pari a 16,82 miliardi.

Gli ordini sono saliti del 26% a 19,07 miliardi di euro, facendo meglio delle stime di 17,56 miliardi.

L'azienda tedesca ha detto che vede opportunità di crescita nei mercati chiave nonostante "i rischi delle catene di approvvigionamento associati in primo luogo ai componenti elettronici e alle materie prime", nonostante abbia ridotto l'impatto di tali problematiche nel corso del trimestre.

L'azienda ha tuttavia aggiunto che gli utili hanno risentito dei proventi straordinari registrati un anno fa.

L'utile operativo adjusted dall'attività industriale è sceso del 14% a 2,27 miliardi di euro, mancando le previsioni per 2,45 miliardi. L'utile netto è sceso del 29% a 1,33 miliardi di euro.

Su base annua l'utile netto è aumentato del 59% a 6,69 miliardi di euro, superando le stime e la guidance dell'azienda stessa che aveva previsto un range tra i 6,1 e i 6,4 miliardi di euro.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli