Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.800,19
    +90,55 (+0,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Siena, l'ambasciatrice armena in Italia ospite del sindaco Luigi De Mossi

webinfo@adnkronos.com
·3 minuto per la lettura

Giornata senese per l'ambasciatrice armena in Italia Tsovinar Hambardzumyan che questa mattina è stata ospite del sindaco di Siena, Luigi De Mossi. La diplomatica è stata accolta all'interno dell'antico Palazzo Pubblico in piazza del Campo dove ha visitato in forma privata il museo civico, tra cui la sala con l'Allegoria ed effetti del Buono e del Cattivo Governo, il famoso ciclo di affreschi trecentesco di Ambrogio Lorenzetti.

Affascinata dalle bellezze artistiche e culturali del municipio con la sua Torre del Mangia che si affaccia su Piazza del Campo, l'ambasciatrice Hambardzumyan ha ascoltato attentamente il primo cittadino di Siena che si è improvvisato una eccellente guida turistica.

Successivamente, la diplomatica armena accompagnata nella sua giornata senese anche dall'ex ambasciatore armeno in Italia Sargis Ghazaryan, dal senatore della Lega Manuel Vescovi, dal consigliere Pd dell'Assemblea Capitolina Giovanni Zannola e dal presidente del Siena Calcio, Roman Gevorkyan (armeno che da due mesi ha rifondato la storica società di calcio fallita in estate), ha poi avuto un colloquio privato nell'ufficio del sindaco. Il primo cittadino insieme al presidente e al direttore generale della Biblioteca degli Intronati Raffaele Ascheri ed Annalisa Pezzo ha mostrato all'ambasciatrice, in via del tutto eccezionale, un prezioso innario, manoscritto armeno del XIV secolo custodito nella storica istituzione senese.

Durante l'incontro, proprio il sindaco De Mossi, guardando ai fatti internazionali ed in particolare al conflitto in Nagorno Karabakh, ha sottolineato come il Comune di Siena auspica "la pace e crede nell'autodeterminazione dei popoli. Come nel capolavoro del Lorenzetti, oggi più che mai c'è bisogno di avere una visione che non sia solo politica, ma equilibrata, pacifica, dialogante, che sia un monito a non cadere nell'individualismo".

"Siena – ha detto ancora De Mossi - ha un legame culturale con l'Armenia molto forte, costante nei secoli tanto che nel nostro Costituto la comunità armena è perfino citata. Oggi lo è anche nello sport e attraverso le università grazie alle quali ospitiamo un buon numero di studenti provenienti da quella terra. Ritengo che ci siano i margini per dare vita ad una collaborazione intellettuale ancora più solida attraverso stage e studi specifici nell'ambito letterario-culturale. Noi questi legami vogliamo rinsaldarli e portarli avanti ancora".

Dal canto suo l'ambasciatrice Tsovinar Hambardzumyan ha precisato che “Siena è una città punto di riferimento della mia vita, che ho apprezzato già quando ero studente e che oggi ammiro grazie ai miei connazionali. Proprio qui a Siena, oltre alle testimonianze storiche del popolo armeno, c'è una collettività preparata, sensibile e capace di capire anche cosa sta avvenendo nella nostra lontana terra".

"Purtroppo – sottolinea la diplomatica - dopo due accordi di tregua con la mediazione russa e francese nessuno è stato rispettato così l'alleanza tra Turchia, Azerbaigian e terroristi jihadisti prosegue senza sosta con i bombardamenti delle nostre città, villaggi, ospedali. Con l'Italia siamo legati da rapporti profondi di amicizia che vengono da lontano e questi legami così profondi l'ho sentiti fortemente qui a Siena grazie alle dichiarazioni del sindaco e dall'accoglienza dei cittadini. Le parole che mi sono state rivolte dal primo cittadino non sono state di circostanza, ma piene di pathos e di solidarietà. Questa straordinaria partecipazione che comprende pure intellettuali e popolo sono un valore enorme per la nostra Nazione", ha concluso l'ambasciatrice Tsovinar Hambardzumyan.

La delegazione armena, dopo la visita istituzionale, si è intrattenuta in città dove ha pranzato alla Speranza in Piazza del Campo ed ha poi ammirato le bellezze del Santa Maria della Scala, del Duomo e di alcune contrade.