Italia markets close in 3 hours 45 minutes
  • FTSE MIB

    25.245,13
    +158,58 (+0,63%)
     
  • Dow Jones

    35.058,52
    -85,79 (-0,24%)
     
  • Nasdaq

    14.660,58
    -180,14 (-1,21%)
     
  • Nikkei 225

    27.581,66
    -388,56 (-1,39%)
     
  • Petrolio

    72,02
    +0,37 (+0,52%)
     
  • BTC-EUR

    34.431,55
    +2.145,56 (+6,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    950,54
    +74,30 (+8,48%)
     
  • Oro

    1.796,60
    -3,20 (-0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,1815
    -0,0011 (-0,09%)
     
  • S&P 500

    4.401,46
    -20,84 (-0,47%)
     
  • HANG SENG

    25.473,88
    +387,45 (+1,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.091,66
    +26,83 (+0,66%)
     
  • EUR/GBP

    0,8512
    0,0000 (0,00%)
     
  • EUR/CHF

    1,0803
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,4844
    -0,0047 (-0,32%)
     

SIMEST: da inizio 2021 sostenuto export di 30 PMI e MidCap italiane

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 lug. (askanews) - Nel primo semestre 2021 SIMEST, la coietà del gruppo CDP che sostiene l'internazionalizzazione delle aziende italiane, ha supportato più di 30 imprese italiane - principalmente PMI - produttrici di beni strumentali consentendo loro di esportare in quasi 30 Paesi ed incassare circa 210 milioni di euro.

Il sostegno di SIMEST è avvenuto su operazioni di Credito fornitore attraverso il "Contributo Export", un contributo a fondo perduto a parziale o totale riduzione del costo dello smobilizzo di titoli di pagamento che vengono normalmente emessi dall'acquirente estero a fronte delle dilazioni a medio e lungo termine concesse nei contratti di vendita. Alcune delle operazioni hanno beneficiato anche della copertura della SACE.

Tra i Paesi di destinazione delle forniture non solo Brasile, Cina e Pakistan - che hanno visto il maggior numero delle transazioni del primo semestre - ma anche mercati come Colombia, Messico e Ucraina hanno consentito a tante imprese italiane di rafforzare il proprio posizionamento. I settori trainanti si confermano quelli dei macchinari tessili, delle macchine agricole, della lavorazione dei metalli, della produzione della carta e gli impianti per la produzione di tensioattivi, settori nei quali, nonostante il difficile momento storico, le imprese italiane hanno saputo mantenere le loro posizioni di mercato.

Tra le imprese italiane supportate da SIMEST: Celli Papers. La PMI lucchese esporterà in Cina e Ucraina due impianti per la produzione di carta per oltre 12 milioni di euro; Marzoli Machine Textile. La PMI bresciana che produce macchinari per la preparazione e la filatura di fibre a taglio cotoniero per i settori "tessuti" e "tessuti non tessuti". Grazie al supporto di SIMEST ne esporterà 5 in Pakistan e 1 in Bangladesh per un totale di circa 11,5 milioni di euro; Desmet Ballestra, società con sede produttiva a Busto Arsizio, leader mondiale nella progettazione e fornitura di impianti per la produzione di detergenti, tensioattivi e sapone si è aggiudicata, grazie al contributo di SIMEST, contratti in Angola, Colombia, Iraq, Malaysia e Pakistan per circa 7,5 milioni di euro; Faresin Formwork, MidCap vicentina, leader mondiale nella progettazione, produzione e messa in opera di casseformi per l'edilizia. Ha ottenuto il supporto di SIMEST per forniture in USA per circa 0,5 milioni di euro complessivi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli