Italia markets closed

I sindacati bancari della Lombardia: non siamo carne da macello

Rar

Milano, 12 mar. (askanews) - "Il momento che stiamo vivendo è assolutamente eccezionale ed emergenziale e richiede interventi straordinari e scelte coraggiose: è necessario limitare il numero delle filiali operative, non solo organizzare il personale a turni, in particolare nelle aree a maggiore rischio di contagio, chiudendo quelle non strettamente necessarie alla collettività, e limitare l'operatività all'essenziale". Così in una nota congiunta le Segreterie di Milano e Lombardia di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca Uil, Unisin.

"Giudichiamo insufficienti le nuove misure del Governo, che prevedono regole uguali per situazioni significativamente diverse sul territorio nazionale (1500 nuovi casi in un giorno in Lombardia!) e che, di fatto, non richiedono al settore dei servizi bancari, finanziari e assicurativi un rafforzamento dei presidi organizzativi a tutela della salute pubblica - proseguono - Non siamo carne da macello! Chiediamo alle aziende e ad Abi un intervento forte: è il momento della responsabilità sociale e delle scelte coraggiose".