Italia Markets open in 8 hrs 53 mins

Smart working, Confindustria: prorogare procedura semplificata -4-

Voz

Roma, 15 lug. (askanews) - Il comunicato evidenzia come il 69% del campione ritenga che lo smartworking possa giocare un ruolo favorevole al rafforzamento delle pari opportunità.

Su quali saranno le abitudini della "nuova normalità" e come andranno rimodulate le priorità, l'attuale trend di diffusione sembra avere una certa solidità: il 75% del campione si è dichiarato disponibile a continuare a lavorare in smartworking nell'era post-covid, per più giorni a settimana anche consecutivi, con una leggera flessione per le persone con nuclei familiari numerosi, con 3 e più figli. Contrariamente, il 20% del campione preferirebbe lavorare in smartworking 1 solo giorno a settimana, includendo buona parte di quanti non sono riusciti a svolgere tutte le loro attività ordinarie da remoto.

"La pandemia ha portato un'accelerazione che possiamo stimare di non meno di 5 anni in tutta una serie di processi che ora vanno consolidati, primo fra tutti lo smart working: per questo andranno ripensati i processi di organizzazione del lavoro e posta più enfasi sugli obiettivi e il loro conseguimento. Sicuramente non si dovrà tornare indietro, ma capitalizzare l'esperienza forzata che abbiamo vissuto per definire un lavoro smart sostenibile, produttivo e in grado di accompagnare la ripartenza del Paese", ha concluso Paolo Boccardelli, direttore della Luiss Business School.