Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.385,20
    -484,17 (-1,39%)
     
  • Nasdaq

    14.592,45
    -377,52 (-2,52%)
     
  • Nikkei 225

    30.183,96
    -56,10 (-0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,1684
    -0,0018 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    35.512,11
    -1.793,42 (-4,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.027,12
    -30,02 (-2,84%)
     
  • HANG SENG

    24.500,39
    +291,61 (+1,20%)
     
  • S&P 500

    4.361,51
    -81,60 (-1,84%)
     

Solana sell-off, problemi sulla rete fanno crollare prezzo SOL

·3 minuto per la lettura

Solana, ci scusiamo per il disservizio ma la rete è momentaneamente interrotta. E il prezzo di SOL va giù in 24 ore da 170,84 a 144,15 USD per poi recuperare agli attuali 162,68 USD (-2,28%). Recupero avvenuto dopo che il Solana Labs ha annunciato che il guasto è rientrato e che con l’aggiornamento del client alla versione 1.6.25 ora si passa al ripristino dell’intera rete, compreso il block explorer, i sistemi di supporto e le Dapp. Ci vorranno comunque ancora alcune ore fanno sapere gli sviluppatori attraverso un tweet.

Ma cosa è successo a Solana?

Proprio nel giorno in cui Solana annunciava l’Ignition Workshop (ieri 14 settembre), per raccontare l’esperienza dell’ultimo hackathon organizzato dalla community, la mainnet-beta ha iniziato a sperimentare una “instabilità intermittente” annunciata 45 minuti dopo che gli ingegneri si erano accorti della situazione.

Si sono messi subito al lavoro per capire il problema, ma nel frattempo la rete ha iniziato a perdere stabilità e in un tweet successivo Solana Labs ha annunciato che la mainnet beta stava sperimentando un ampio incremento nel carico di transazioni salite ad un picco di 400 mila transazioni per secondo (TPS).

“Queste transazioni hanno invaso la coda di elaborazione delle transazioni e la mancanza di priorità dei messaggi critici per la rete ha causato l’inizio del fork della rete”, hanno scritto gli sviluppatori.

In definitiva la rete si è ingolfata e il sistema è impazzito creando fork della rete non riuscendo più a capire quale blocco rappresentasse la catena principale, e quali le priorità tra i blocchi.

La rete ha quindi smesso di funzionare e non ha più prodotto blocchi così è stato organizzato un restart della rete da parte degli operatori dei nodi in coordinamento con il Solana Labs, da avviare subito dopo il rilascio della nuova versione. Le istruzioni dell’operazione sono state fornite via Discord si apprende.

Cosa ha causato il picco di transazioni

L’amministratore delegato di Solana, Anatoly Yakovenko, in un tweet molto raffazzonato ha spiegato che il picco di transazioni si è venuto a creare quando esse sono state inviate sul protocollo per la finanza decentralizzata (DeFi) Raydium, dove ieri è stata inaugurata una initial decentralized exchange offering (IDEXO o IDO).

La IDO è stata organizzata a favore del Grape Protocol, spiega Decrypt, un toolset usato dalle applicazioni DeFi di Solana e dai progetti NFT.

Da qui il blocco della Solana Network che apre qualche crepa nell’affidabilità del progetto, seppur pare che gli sviluppatori siano riusciti a metterci una patch.

Cosa ci insegna Solana

L’insegnamento di oggi ribadisce l’importanza per l’investitore che acquista criptovalute e affini, di non restare alla superficie dell’analisi tecnica dei singoli crypto asset.

Il settore è altamente specializzato e richiede la conoscenza dello stato di avanzamento dei singoli progetti di cui si acquista la altcoin o il token.

In definitiva, conoscere lo stato di sviluppo del software, in casi come questi aiuta molto più di una buona analisi tecnica che pur resta valida “in tempo di pace”.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli