Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.884,13
    +873,20 (+3,12%)
     
  • EUR/USD

    1,1945
    +0,0020 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    27.485,73
    +102,96 (+0,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    780,69
    -13,64 (-1,72%)
     
  • HANG SENG

    28.309,76
    -179,24 (-0,63%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     

Sole e caldo fuoco di paglia, da lunedì 10 maggio cambia tutto: ecco dove

·2 minuto per la lettura

Sole e caldo non durano. "Anzi, dovremo molto presto fare i conti con una forte ondata di maltempo. La conferma arriva dagli ultimi aggiornamenti della nostra APP ufficiale che vedono, già da lunedì 10 maggio, l'arrivo di una perturbazione in grado di scatenare anche eventi meteo anche piuttosto intensi come violenti temporali e grandinate, se non estremi, come locali trombe d'aria" avvertono gli esperti del sito ilMeteo.it. 

Se il weekend "vedrà un temporaneo cambio di rotta, grazie a un'effimera avanzata dell'anticiclone africano, allargando il nostro sguardo allo scenario europeo risulta subito evidente che si tratterà solamente di un fuoco di paglia. La causa va ricercata nella particolare configurazione barica che si verrà a creare: sull'Europa centro-settentrionale permane infatti una vasta area di bassa pressione, una sorta di autostrada per le correnti fredde e instabili in discesa dal Polo Nord che alimentano e sospingono poderosi vortici ciclonici. Uno di questi punterà dritto verso l'Italia già a partire dall'inizio della prossima settimana, provocando i primi temporali al Nordovest già nel corso di lunedì 10". 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: A Milano le prime cassette postali smart

"In seguito - spiegano gli esperti - entrerà nel vivo un'ondata di maltempo al Centro-Nord, anche piuttosto severa per via dei notevoli contrasti fra l'aria calda africana (preesistente nei bassi strati) e quella molto più fresca di origine nord Atlantica. Il rischio più che concreto è quello di avere a che fare con eventi meteo estremi come nubifragi, temporali, grandinate e trombe d'aria, specie tra martedì 11 e mercoledì 12. Secondo i dati attuali le regioni più a rischio saranno Lombardia, Veneto e Toscana dove sono attese cumulate di pioggia fino a 100 mm in poche ore". 

"Successivamente il ciclone dovrebbe proseguire la sua corsa verso la Penisola Balcanica, liberando, almeno temporaneamente, il Nord e il Centro dalle piogge, mentre il Sud sembra essere abbastanza ai margini rispetto a questo peggioramento e molto probabilmente solo la Campania sarà interessata da qualche precipitazione" conclude ilMeteo.it.  

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli