Italia markets open in 3 hours 3 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.413,60
    +116,74 (+0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1929
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    14.902,68
    -764,09 (-4,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    346,51
    -24,00 (-6,48%)
     
  • HANG SENG

    26.672,52
    +2,77 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Sostenibilità: Focus Bio Bank, vendite bio in crescita, il 47% in Gdo

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Scaffali 'bio': Gdo e negozi specializzati a confronto. In dieci anni i supermercati sono diventati forza motrice delle vendite del biologico, dopo il sorpasso avvenuto nel 2014. La loro quota sul mercato interno è salita dal 27 al 47%, mentre i negozi specializzati sono scesi dal 45 al 21%. Lo rileva la quarta edizione del Focus Bio Bank.

Dal 2001 al 2019 la crescita del bio nelle marche della grande distribuzione è stata rilevante, passando da 644 a 4.686 referenze bio (+628%), da 92 a 180 referenze medie per catena, da 9 a 26 catene censite da Bio Bank. Confermate le prime tre: Coop con 750 referenze, seguita da Esselunga con 485 e Pam Panorama con 366.

In un mercato sempre più competitivo nessuno si salva da solo. Negli ultimi cinque anni i negozi legati alle catene specializzate sono arrivati al 42% del totale (+8,3%). Sono invece arrivati al 35% del totale i negozi indipendenti aderenti ai programmi promozionali dei distributori. Le aggregazioni incidono quindi per il 77%.