Italia markets close in 6 hours 25 minutes
  • FTSE MIB

    21.310,02
    +243,47 (+1,16%)
     
  • Dow Jones

    29.590,41
    -486,29 (-1,62%)
     
  • Nasdaq

    10.867,93
    -198,87 (-1,80%)
     
  • Nikkei 225

    26.431,55
    -722,28 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    78,56
    -0,18 (-0,23%)
     
  • BTC-EUR

    19.889,48
    +45,83 (+0,23%)
     
  • CMC Crypto 200

    441,30
    -3,23 (-0,73%)
     
  • Oro

    1.653,40
    -2,20 (-0,13%)
     
  • EUR/USD

    0,9693
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    3.693,23
    -64,76 (-1,72%)
     
  • HANG SENG

    17.855,14
    -78,13 (-0,44%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.365,43
    +16,83 (+0,50%)
     
  • EUR/GBP

    0,8988
    +0,0055 (+0,61%)
     
  • EUR/CHF

    0,9545
    +0,0036 (+0,38%)
     
  • EUR/CAD

    1,3162
    -0,0007 (-0,05%)
     

Sostenibilità, Giovannini: in Italia servono politiche integrate

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 set. (askanews) - Su sostenibilità e tutela ambientale "abbiamo bisogno di un pensiero integrato". La complessità del quadro richiama "politiche integrate che richiedono un pensiero diverso da quello del passato. E auspico un giorno l'Italia possa dotarsi di un istituto di studi sul futuro". Lo ha affermato il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giocvannini, intervevendo alla presentazione del rapporto di Cerved sull'Italia sostenibile.

"I dati qui presentati sono preoccupanti - ha detto - non solo in termini di emissioni ma soprattutto in termini di rischio, come il rischio idrogeologico, quello sismico. Temi su cui l'Italia è drammaticamente indietro. Sulle politiche di prevenzione e investimento, non di mitigazione del rischio, ma di adattamento alla crisi climatica, come spero con questo caldo estivo tutti abbiano capito essere reale, su quali siano le scelte per mettere in sicurezza i territori per renderli meno a rischio".

Secondo Giovannini "molte delle debolezze che emergono da questo rapporto non sono debolezze che si supereranno in 1 o 2 anni, perché lo studio si concentra su elementi strutturali. Il tema infrastrutturale è un tema cruciale". Mentre guardando alle imprese "l'esposizione al commercio internazionale rende le imprese molto più spinte verso la sostenibilità, ormai è un must, non si entra più in certi mercati, come il Nord Europa, se non siano pratiche di sostenibilità".