Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.906,56
    +196,92 (+1,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Sostenibilità trend sempre più solido, da Invesco uno strumento proprietario per l’analisi ESG

Antonio Cardarelli
·4 minuto per la lettura
Sostenibilità trend sempre più solido, da Invesco uno strumento proprietario per l’analisi ESG
Sostenibilità trend sempre più solido, da Invesco uno strumento proprietario per l’analisi ESG

L’universo degli investimenti sostenibili continua a crescere e utilizzare i tool giusti per analizzare la qualità delle aziende è fondamentale: le caratteristiche di Invesco ESGintel

La sostenibilità è ormai diventata la stella polare di molti investitori che, oltre a cercare di curare i propri risparmi, vogliono anche investire rispettando le proprie convinzioni in tema ambientale e sociale. L’industria del risparmio gestito è da tempo impegnata per rispondere a queste esigenze, e la crescita costante degli investimenti ESG (ambientali, sociali e di governance) testimonia la solidità di questo trend. Inoltre, diversi studi dimostrano come le aziende che puntano sulla sostenibilità siano anche più profittevoli, soprattutto sul medio-lungo termine. Ma stabilire quanto un’azione o un’obbligazione siano sostenibili non è semplice. Gli strumenti sono tanti e in continua evoluzione, e diverse società di investimento si stanno dotando di tool proprietari per andare ancora più in profondità nell’analisi delle caratteristiche ESG delle emissioni.

STRUMENTO PROPRIETARIO

È il caso di Invesco, che ha lanciato Invesco ESGintel, il nuovo tool proprietario di valutazione e analisi ESG focalizzato sulla creazione di valore sostenibile e sulla gestione del rischio. Nato dalla collaborazione tra i team ESG di Invesco e SIP Technology (Technology, Strategy Innovation and Planning Team di Invesco), questo innovativo strumento di rating ESG proprietario rappresenta un passaggio chiave verso l'integrazione ESG sistematica in tutte le strategie di Invesco. Le aziende monitorate da ESGintel sono oltre ottomila: per ognuna di esse il tool fornisce un’analisi completa di dati e relativi trend al fine di monitorare i cambiamenti ambientali, sociali e di governance (ESG).

OLTRE I TITOLI GIÀ MONITORATI

L’utilizzo di ESGintel permette non solo di fotografare la situazione delle aziende osservate, ma anche di capire in che direzione queste stesse aziende stanno andando in termini di sostenibilità. Inoltre, rispetto alla maggior parte degli strumenti non proprietari disponibili, ESGintel è in grado di coprire un universo di titoli più ampio, che comprende anche aziende attualmente fuori dai radar. Non solo una conoscenza qualitativamente più approfondita, quindi, ma anche un progresso sotto il profilo quantitativo.

DE CONINCK-LOPEZ: VISIONE OLISTICA

"Invesco ha adottato una visione olistica sull’intera catena del valore di un'azienda – spiega Cathrine De Coninck-Lopez, Global Head of ESG di Invesco - e su come quest’ultima sia influenzata dalle varie metriche ESG. Osservando ciò che sta impattando il modello di business di un'azienda da una prospettiva ESG, i nostri team di investimento sono in grado di applicare questa conoscenza ai loro processi decisionali. Questo strumento rappresenta un supporto fondamentale per avere un punto di vista trasparente e proprietario su tutte le nostre partecipazioni, poiché abbiamo considerato prima le esigenze dei nostri clienti".

PUNTEGGI COMPLESSIVI E SINGOLI

Trasparenza è la parola chiave per comprendere la modalità operativa di Invesco ESGintel. E l’utilizzo di uno strumento proprietario permette di avere una visione più chiara del percorso delle aziende, con la possibilità di ottenere punteggi non solo complessivi, ma anche per ogni singolo indicatore. Un processo pensato per rendere le scelte dei gestori più semplici, che inizialmente verrà utilizzato per i prodotti con esposizione societaria domiciliati in Lussemburgo, Irlanda e Regno Unito, nonché per ulteriori strategie di altri Paesi.

STRUMENTO IN EVOLUZIONE

Ma Invesco ESGintel sarà anche in grado di evolversi e migliorarsi, come evidenziato da De Coninck-Lopez: “Man mano che lo strumento verrà utilizzato, incorporeremo funzionalità aggiuntive, ampliando l'universo di società attualmente presenti, con una trasparenza ancora maggiore, in base alle esigenze e agli interessi dei nostri investitori”. Sotto il profilo strettamente operativo, il funzionamento di ESGintel è basato su un approccio dinamico che combina diverse fonti di dati e nuovi input. Ciò include i dati di Bloomberg ESG, Sustainalytics Controversies oltre a quelli di Transition Pathway Initiative management scores (TPI), ISS Carbon Data, Science-Based Targets (SBT) e un punteggio relativo alle emissioni di carbonio da CDP. In aggiunta a queste, Invesco sta lavorando per incorporare nuove fonti da cui estrarre dati e espandere in modo significativo il numero di aziende valutate entro la fine dell'anno.

D’ACUNTI: CAPACITÀ DI APPROFONDIMENTO

“ESGintel ci offre una visione proprietaria dei rischi ESG e delle opportunità legate alle società in cui investiamo – commenta Giuliano D’Acunti, Country Head per l’Italia di Invesco - Lo strumento fornisce un'elevata copertura, combinando informazioni relative alle performance ESG di un’azienda, con i nostri insight e le nostre attività supporto allo sviluppo di un approccio ESG. L’unione delle nostre capacità di analisi interne e di fonti esterne, permette un livello di approfondimento particolarmente elevato, rispetto alla semplice visione fornita da un provider esterno”.