Italia markets open in 56 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.537,31
    +240,45 (+0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,1939
    +0,0020 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    15.042,57
    -44,99 (-0,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    350,11
    -20,40 (-5,51%)
     
  • HANG SENG

    26.740,72
    +70,97 (+0,27%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

SpaceX lancia Starlink, la connessione internet globale dallo Spazio

Matia Venini
·2 minuto per la lettura
SpaceX lancia Starlink, la connessione internet globale dallo Spazio
SpaceX lancia Starlink, la connessione internet globale dallo Spazio

Al via in USA e Canada la versione di prova del progetto di Elon Musk. Costo dell'abbonamento: 99 dollari al mese

Perché fare un abbonamento per avere internet a casa quando ci si può collegare direttamente al satellite? Adesso non è ancora possibile, ma potrebbe diventarlo presto. SpaceX ha già dato il via al test beta del servizio di connessione Starlink, progetto dell’azienda spaziale di Elon Musk che si propone di inviare nello Spazio 12mila satelliti per fornire un servizio di connessione satellitare globale.

I COSTI DELL’ABBONAMENTO

SpaceX ha inviato una mail a tutti coloro che si sono dimostrati interessati al servizio sul sito web di Starlink (circa 700mila persone secondo la società), per informarli della partenza del progetto di prova e dei costi: 99 dollari al mese, più una rata iniziale di 499 dollari per ricevere a casa lo Starlink kit, comprensivo di un terminale per la connessione al satellite, un treppiede di montaggio e un router wifi. SpaceX ha anche avvisato degli eventuali problemi che potrebbero sorgere durante il periodo di prova, come lentezza o totale assenza di connessione in alcuni periodi.

PRIMA FASE DEL TEST

Ad oggi, SpaceX ha spedito in orbita 900 satelliti sugli oltre 12mila previsti dal progetto. Pochi per una copertura globale ma sufficienti per fornire il servizio a un’area delimitata. Il test, denominato ‘Better Than Nothing Beta’, nella prima fase è destinato solo al nord degli Stati Uniti e al Canada, ma nei piani della società dovrebbe essere disponibile in tutto il mondo nel 2021. Comunque Elon Musk ha stimato che per i primi servizi commerciali saranno necessari solo 1.440 satelliti, non molti di più di quelli già in orbita.

PROVE NON UFFICIALI

In realtà Elon Musk aveva già cominciato a sperimentare la connessione di Starlink sia tra i dipendenti di SpaceX sia tra i membri della tribù indiana degli Hoh, nello stato di Washington. La prova ha mostrato ottimi risultati in termini di latenza e di velocità di download.

LA CONCORRENZA DI AMAZON

SpaceX ha messo in conto una spesa di dieci miliardi di dollari per realizzare Starlink, ma la società stima che il progetto possa portare nelle tasche di Elon Musk fino a 30 miliardi all’anno. Il magnate di Tesla deve fronteggiare la concorrenza di Amazon, che ha avuto il via libera per contrastare Starlink con il programma Kuiper, che prevede di fornire una connessione internet globale a banda larga inviando nello spazio 3.236 satelliti.