Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.088,36
    -340,57 (-1,52%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,03 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    +12,15 (+0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.631,45
    -125,41 (-0,44%)
     
  • Petrolio

    51,98
    -1,15 (-2,16%)
     
  • BTC-EUR

    27.102,69
    +2.045,26 (+8,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,44
    +41,45 (+6,79%)
     
  • Oro

    1.855,50
    -10,40 (-0,56%)
     
  • EUR/USD

    1,2174
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    29.447,85
    -479,91 (-1,60%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.602,41
    -15,94 (-0,44%)
     
  • EUR/GBP

    0,8895
    +0,0036 (+0,40%)
     
  • EUR/CHF

    1,0768
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,5492
    +0,0117 (+0,76%)
     

Spagna, Unicaja e Liberbank approveranno fusione in Cda domani - fonti

di Jesús Aguado
·1 minuto per la lettura
Il logo della banca Unicaja sulla facciata di una filiale della banca nel centro di Ronda

di Jesús Aguado

MADRID (Reuters) - È prevista per domani una riunione dei Cda degli istituti di credito spagnoli Unicaja e Liberbank per approvare la proposta di fusione che punta a creare la quinta banca spagnola per asset.

È quanto comunicato da una fonte vicina alla situazione.

"Si prevede che l'accordo venga approvato nel corso dei Cda straordinari di domani, dopo che entrambe le banche hanno concordato in principio i termini finanziari e la gestione futura del gruppo combinato", ha detto la fonte.

Una seconda fonte a conoscenza dei colloqui ha detto che il piano è di finalizzare l'accordo entro la fine dell'anno e che i negoziati sono in fase avanzata, sebbene i Cda non siano stati ancora ufficialmente convocati.

Le due banche, che possiedono circa 109 miliardi di euro di asset totali, non hanno commentato.

Gli istituti finanziari di tutta Europa sono alle prese con tassi di interesse bassissimi e l'impatto economico della pandemia che li costringe a compiere ulteriori riduzioni dei costi, su base individuale o tramite fusione. Nell'ambito dell'accordo, a Unicaja andrebbe il 59,5% del nuovo istituto finanziario, mentre a Liberbank spetterebbe il restante 40,5%, secondo la prima fonte.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)