Italia Markets closed

Spari in tabaccheria: titolare fuori pericolo, rapinatore aveva ferito Cc

Rapina in bar tabacchi a Roma: morto un rapinatore, ferito il titolare

Tentativo di rapina finito in tragedia a Cinecittà Est, a Roma, dove il titolare di un tabacchi è rimasto ferito in una colluttazione a fuoco e un rapinatore è morto. L'agguato, avvenuto alle 19 di martedì, è andato in scena davanti a diversi clienti della tabaccheria e la figlia del titolare.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell'Ansa il tentativo di rapina si è consumato nella serata di martedì quando due ladri sono entrati in un bar tabacchi in via Ciamarra. I due uomini, un 69enne e un 58enne entrambi italiani con precedenti, hanno puntato verso il titolare per ottenere, presumibilmente, l'incasso della giornata. Ma il negoziante, il 55enne cinese Zhou Chaokang, ha reagito avviando una colluttazione. In pochi istanti la tragedia: testimoni raccontano di aver sentito due colpi d'arma da fuoco, uno ha raggiunto il titolare alla gamba, l'altro il rapinatore che in pochi istanti è deceduto. Il secondo bandito, ferito, è stato fermato sul posto dalle forze dell'ordine.

LEGGI ANCHE - Spari durante una rapina in tabaccheria: una vittima

Trasportato all'Umberto I, il negoziante è stato operato nella notte e sembrerebbe essere fuori pericolo. Tanta la paura per la figlia che, al momento della rapina, si trovava nel retro del locale. "Stavo nel retro, in uno stanzino, quando ho guardato in alto. C’erano quei due e soprattutto c’era mio padre che litigava con uno di loro. Non lo dimenticherò mai".

La giovane, sentita da Il Messaggero, ha ricordato: "Ho sentito i colpi e sono corsa di sopra: ho visto l’uomo steso a terra, papà era ferito, mentre l’altro stava provando a scappare. Non doveva farlo, davanti a una pistola è meglio non reagire mai. Gli è andata bene".

GUARDA ANCHE - Roma grilletto facile, emergenza criminalità nella Capitale

La famiglia di Zhou Chaokang non riesce a spiegarsi la reazione dell'uomo: "Chissà cosa gli ha preso. È così mite. Forse perché da giovane ha fatto arti marziali, ma gli è andata bene, non doveva reagire" le parole dell'altra figlia. Il fratello Zhou Chaohua ha invece raccontato che si tratta della prima rapina subita dal commerciante: "Mai fino ad ora. È amato e conosciuto da tutti ed è molto tranquillo, come siamo tutti noi. Ma che si fanno le rapine anche nei bar, ora? Siamo sempre stati tranquilli, io abito a San Pietro, ma siamo sempre tutti insieme, molti uniti".

Spari in tabacchi, rapinatore aveva ferito Cc

Sulla vicenda sono ora in corso indagini della polizia. All'esterno del negozio gli investigatori hanno trovato uno scooter lasciato con il motore acceso che probabilmente i due rapinatori avrebbero dovuto utilizzare durante la fuga. In corso anche gli accertamenti per stabilire chi ha premuto il grilletto e se i colpi siano stati esplosi da un'unica pistola.

Secondo quanto raccolto dall’Ansa il rapinatore 58enne fermato sarebbe stato coinvolto nel ferimento del maresciallo Marco Coira a gennaio del 1999. Coira, quel giorno libero dal servizio, era stato colpito da due colpi di pistola e preso a calci, perché intervenuto sbarrando la strada ai rapinatori entrati in azione in un supermercato alla periferia della Capitale.