Italia markets open in 3 hours 49 minutes
  • Dow Jones

    33.852,53
    +3,07 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    10.983,78
    -65,72 (-0,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.884,02
    -143,82 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,0354
    +0,0019 (+0,19%)
     
  • BTC-EUR

    16.312,28
    +424,08 (+2,67%)
     
  • CMC Crypto 200

    400,57
    +11,85 (+3,05%)
     
  • HANG SENG

    18.243,46
    +38,78 (+0,21%)
     
  • S&P 500

    3.957,63
    -6,31 (-0,16%)
     

Spazio, al via la scelta del logo per Iride

(Adnkronos) - Da oggi si può scegliere il logo di Iride, la costellazione satellitare che diventerà, nei prossimi cinque anni, il più grande programma spaziale satellitare europeo di osservazione della Terra. Il Midt spiega che tutti i cittadini potranno votare il simbolo che rappresenterà la costellazione, fino al 7 ottobre, sui canali social del Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio. L'annuncio è arrivato dall’astronauta italiano dell’Esa, Luca Parmitano, in occasione della Notte Europea dei Ricercatori, un’iniziativa promossa ogni anno dalla Commissione europea che coinvolge centinaia di istituti di ricerca in tutti i Paesi del Continente e che punta ad avvicinare il pubblico di ogni età alla scienza, la ricerca e l’esplorazione spaziale.

All’evento hanno partecipato Elena Grifoni, Capo dell'Ufficio per le politiche spaziali ed aerospaziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Giorgio Saccoccia, e la Direttrice dei Programmi di Osservazione della Terra dell’Esa e Capo di Esrin, Simonetta Cheli. La costellazione satellitare Iride diventerà il più importante programma satellitare europeo per l’osservazione della Terra in orbita bassa, verrà realizzata in Italia entro il 2026, grazie alle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e con la partecipazione dell’Asi e dell’Esa.

La costellazione supporterà la Protezione Civile e le altre Amministrazioni Pubbliche italiane per contrastare il dissesto idrogeologico e gli incendi, tutelare le coste, monitorare le infrastrutture critiche, la qualità dell’aria e le condizioni meteorologiche. Iride, infine, fornirà dati analitici per lo sviluppo di applicazioni da parte di startup, piccole e medie imprese e industrie di settore.