Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.199,79
    -7,83 (-0,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9867
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Spazio, 'Space Week' di Asi e Apre, confermati 422 iscritti di 15 Paesi con 60 industrie

(Adnkronos) - E' partita oggi con numeri oltre le aspettative la quinta edizione della Space W eek di Asi e Apre che conta già oltre 422 esperti del settore spaziale registrati provenienti da 15 Paesi, fra cui anche rappresentanti di 60 grandi industrie. Stando al primo bilancio fornito al 'taglio del nastro' dall'Agenzia Spaziale Italiana e dall'Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, questa del 2022 è "una edizione, la prima in presenza dopo l'ondata pandemica di Covid-19, pronta ad eguagliare i numeri del 2019 che videro 380 persone presenti all’evento e 320 incontri bilaterali". "Beyond the Horizon" è il titolo di quest'anno ed è dedicato alla ricerca e all'innovazione nel settore spaziale e la Space Week ha aperto i battenti nel quartier generale di Asi, a Roma Tor Vergata, e si snoda in tre giornate di lavori di cui l'ultima, venerdì 11 novembre, si tiene presso l'Apre. La Space Week, un evento di peso nel panorama dello spazio, è organizzata da Apre-Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea e Asi-Agenzia Spaziale Italiana, e co-organizzata dal Forum Nazionale Copernicus, da Lazio Innova, dal progetto Cosmos4He (Horizon Europe Space National Contact Point network) e da Enterprise Europe Network (Een), con il supporto della Commissione Europea. Istituita nel 20, la Space Week 2022 ha una particolare attenzione "all’informazione sulle opportunità di finanziamento disponibili e quelle attese". La riapertura della Space Week è un momento strategico per il settore della space economy, come ha rilevato Marco Falzetti, direttore di Apre. Membro di numerosi comitati consultivi e comitati direttivi di diversi progetti e iniziative della Ue nel settore della tecnologia dei materiali e innovazione, Falzetti ha datoil via al primo tavolo di confronto cui hanno partecipato Salvatore Pignataro, Addetto alle questioni spaziali presso la Rappresentanza Permanente d’Italia in Unione Europea, e Alberto Tuozzi, responsabile dell’unità di Asi per le relazioni con la Ue, nuovo Presidente della Fondazione Edoardo Amaldi (Fea) e già responsabile dell’Unità telecomunicazione e navigazione dell’Agenzia Spaziale Italiana.

La Space Week 2022 si presenta come "un momento unico di discussione sullo stato dell’arte e delle possibili novità in ambito spaziale e di opportunità per la creazione di nuove e interessanti collaborazioni e partnership" hanno sottolineato Apre e Asi in occasione dell'apertura oggi dell'evento. La Space Week, hanno spiegato le due istituzioni, "promuove incontri e attività per università, centri di ricerca, ricercatori, industria, Pmi, startup e incubatori, finanza e amministrazioni pubbliche". Cuore del programma della prima giornata della Space Week è l'International Horizon Europe Space Infoday per presentare le politiche che hanno portato alla definizione del prossimo Programma di Lavoro 2023- 2024, in pubblicazione entro metà dicembre.

C'è stato un cambio di passo per il settore spaziale "fra il programma Horizon 2020 e Horizon Europe" i due maxi programmi Ue per la Ricerca e l'Innovazione, e la situazione "geopolitica" incide molto nell'evoluzione delle attività spaziali e di ricerca, inoltre "la complessità della situazione è molto chiara anche nelle attività spaziali" ha osservato il direttore di Apre, Marco Falzetti, aprendo i lavori della Space Week 2022. "Ci sono molti programmi che richiedono tempi molto, molto lunghi" e "c'è la possibilità che alcuni partner possano cambiare" ha detto Falzetti che ha delineato l'attuale 'cornice' internazionale all'interno della quale si muove anche il settore spaziale. Per potenziare la space economy europea "l'obiettivo è massimizzare i risultati delle missione spaziali" ed "in un contesto così mutevole ci sono molte sfide" da affrontare, ha aggiunto Salvatore Pignataro, addetto alle questioni spaziali presso la Rappresentanza Permanente d’Italia in Unione Europea, intervendo alla Space Week 2022. Alberto Tuozzi, responsabile dell’unità di Asi per le relazioni con la Ue, ha inoltre messo in evidenza che "la space economy è uno dei settori più in crescita nel mondo, in 10 anni c'è stata una crescita stimata in miliardi di dollari, circa mille miliardi di dollari, una crescita impressionante". Presidente della Fondazione Edoardo Amaldi (Fea) e già responsabile dell’Unità telecomunicazione e navigazione dell’Agenzia Spaziale Italiana, Tuozzi ha quindi rimarcato che "la ricerca è la cornice del settore della space economy" ed ha auspicato la costruzione di nuove infrastrutture europee in questo settore per accompagnare lo sviluppo della space economy dell'unione.

Molto ricca l'agenda della prima giornata di lavori oggi che vede anche la presentazione di Cosmos4EU, la nuova rete di National Contact Point spaziali, con un focus sulle sinergie previste tra le principali piattaforme tecnologiche attive nel settore, e uno sguardo alle opportunità offerte dal Consiglio Europeo dell'Innovazione (Eic) - Pathfinder, Transition e Accelerator. Il secondo giorno della conferenza sarà dedicato principalmente all'ambizioso programma di osservazione della Terra dell'Unione Europea, Copernicus. A completare la giornata si tiene anche una sessione sull'iniziativa In-Orbit Demonstration and Validation (Iod/Iov) del Fondo europeo per la difesa e una dedicata ai risultati del Cassini Hackathons and Mentoring. (di Andreana d'Aquino)