Italia markets close in 7 hours 13 minutes
  • FTSE MIB

    26.896,96
    +398,89 (+1,51%)
     
  • Dow Jones

    35.227,03
    +646,95 (+1,87%)
     
  • Nasdaq

    15.225,15
    +139,68 (+0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.455,60
    +528,23 (+1,89%)
     
  • Petrolio

    70,99
    +1,50 (+2,16%)
     
  • BTC-EUR

    45.596,21
    +2.591,59 (+6,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.327,79
    +67,63 (+5,37%)
     
  • Oro

    1.779,80
    +0,30 (+0,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1265
    -0,0022 (-0,19%)
     
  • S&P 500

    4.591,67
    +53,24 (+1,17%)
     
  • HANG SENG

    23.983,66
    +634,28 (+2,72%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.227,64
    +90,53 (+2,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8496
    -0,0010 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0418
    -0,0023 (-0,22%)
     
  • EUR/CAD

    1,4325
    -0,0069 (-0,48%)
     

Spread Btp-Bund balza fino a 120 pb, ai massimi da maggio

·1 minuto per la lettura

Corposo sell-off sui Btp nel giorno della Bce con le parole della Lagarde che non hanno avuto l'effetto sperato di allontanare le attese di un rialzo dei tassi. Il rendimento del Btpdecennale si è spinto all'1,04%, sui massimi a 5 mesi. In forte allargamento lo spread Btp-Bund che si è spinto fino a 120 pb, anche in questo caso sui massimi da maggio. Sul fronte tassi il presidente Bce, Christine Lagarde, ha ribadito che le aspettative di mercato (un primo rialzo nel corso del 2022) non sono in linea con la guidance, che fa riferimentoa risposte sui tassi soprattutto se l’inflazione rimarrà sopra al target alla fine del periodo di riferimento, in genere triennale. "Lagarde ha cercato di stemperare le crescenti attese di rialzo tassi il prossimo anno, enfatizzando il fatto che non è in linea con i criteri individuati nella guidance recentemente rivista, come dichiarato anche dal capo economista Lane", commenta Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte. Gli operatori stanno però persistendo con la view di un possibile rialzo tassi entro fine 2022, come segnalato dallo spread sui future su tassi Euribor dicembre 21/dicembre 22. "Complessivamente la Bce si conferma al momento come una delle banche centrali più colomba, che non appare intenzionata ad utilizzare l’arma del rialzo tassi, preparandosi invece a rimodulare il proprio armamentario di politica monetaria nel meeting del 16 dicembre", aggiunge Cesarano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli