Italia Markets close in 6 hrs 10 mins

Sprechi, metà dei lombardi butta il cibo meno di 1 volta al mese

Mlo

Milano, 15 gen. (askanews) - La metà dei lombardi butta il cibo meno di una volta al mese, leggermente meglio dei connazionali (48%), mentre solo il 4% dichiara di sprecare più volte nel corso della stessa settimana (contro il 7% del dato nazionale). Negli ultimi due anni 3 cittadini su 10 in Lombardia (31%) dichiarano di aver notato significative diminuzioni nelle quantità di cibo sprecato a livello domestico, mentre per il resto dei lombardi non ci sono variazioni di rilievo perché l'attenzione era già significativa. A scattare la foto sullo spreco alimentare in Lombardia è l'indagine dell'Osservatorio nazionale Waste Watcher promossa da Whirlpool.

Tra i rimedi contro lo spreco alimentare, il 46% dei lombardi suggerisce di privilegiare la stagionalità dei prodotti mentre 4 cittadini su 10 evidenziano l'opportunità di ricette di recupero per il cibo avanzato. Uno su 3 indica l'utilità di spese più frequenti, in luogo della maxi spesa che porta ad accumulare grandi quantità di cibo, mentre sempre uno su 3 si affiderebbe all'educazione alimentare nelle scuole(33%).

In casa loro i lombardi combattono lo spreco partendo dalla lista della spesa col 69% che fa un controllo della dispensa prima di andare al supermercato, mentre 6 su 10 congelano quello che non riescono a mangiare a breve (62%) oppure cercano di fare attenzione alle quantità che cucinano (59%). Quello a cui sembrano un po' meno propensi è a rigenerare gli scarti e avanzi del cibo in nuove ricette (44% contro il 48% nazionale), a fare uso delle "bag" di recupero del cibo al ristorante (31% contro il 34%) e a condividere con i vicini il cibo avanzato (18% contro il 22%).

L'aspetto interessante del rapporto tra i lombardi e lo spreco è che, oltre a ritenere di sprecare cibo (63%), acqua (54%), energia elettrica (27%) e sprechi nella mobilità (22%) ed energia/gas (21%), pensano di sprecare prima di tutto tempo (19%) e poi i soldi (14%) a differenza degli italiani che ritengono di sprecare innanzitutto denaro (18%) e poi il loro tempo (13%).