Italia Markets closed

Stangata carrello spesa, ecco l'impatto per una coppia con 1 o 2 figli

Titta Ferraro

I dati provvisori di novembre resi noti dall'Istat vedono l’inflazione in aumento dello 0,4% su base annua.

"Anche se resta molto bassa, l'inflazione raddoppia rispetto ad ottobre. In particolare, ci preoccupa il carrello della spesa, che svetta a +1,1%, più del doppio rispetto ad ottobre, quando era a +0,5%, e più di due volte e mezza l'inflazione riferita all'intero paniere" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

"Una stangata per la massaia che va al mercato. Per una coppia con due figli, la famiglia tradizionale di una volta, il +1,1% del carrello della spesa si traduce, per i soli acquisti quotidiani, in 112 euro in più su base annua, 131 per i beni ad alta frequenza di acquisto" prosegue Dona.

"Per la coppia con 1 figlio, la tipologia di nucleo familiare ora più diffusa in Italia, il rialzo è di 99 euro annui per le sole compere di tutti i giorni, mentre per l'inesistente famiglia tipo, l'incremento dei prezzi delle spese obbligate si traduce in un aumento del costo della vita di 82 euro" conclude Dona.

La lieve accelerazione dell’inflazione a novembre, rimarca l'Istat, è imputabile prevalentemente ai prezzi dei Beni alimentari lavorati (che passano da +0,3% a +1,1%), a quelli dei Beni non durevoli (da +0,3% a +0,8%) e alla riduzione della flessione dei prezzi dei Beni durevoli (da -0,9% a -0,1%); tali andamenti sono stati solo in parte compensati dal rallentamento dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da +1,8% a +1,3%). L’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli beni energetici accelerano entrambe da +0,7% a +1,0%.