I mercati italiani sono chiusi

Stanno accadendo strane cose con l'oro

Francesco Simoncelli
 

La scorsa settimana c'ha proposto due storie insolite sull'oro — una strana e l'altra ancora più strana. Queste storie spiegano perché l'oro non solo sia denaro, ma la forma di denaro più politicizzata.

Ci mostrano che mentre i politici disprezzano pubblicamente l'oro, vi prestano silenziosamente attenzione.

La prima storia strana sull'oro riguarda la Germania...

La Deutsche Bundesbank, la banca centrale della Germania, ha annunciato di aver completato il rimpatrio d'oro a Francoforte dai caveau esteri.

La storia tedesca è il completamento di un processo che ha avuto inizio nel 2013, quando la Deutsche Bundesbank chiese per la prima volta un rimpatrio di parte dell'oro tedesco dai caveau di Parigi, Londra e presso la Federal Reserve Bank di New York.

Questi trasferimenti sono stati completati.

Questo è un argomento che ho sollevato per la prima volta nell'introduzione del mio libro del 2011, Currency War. Dicevo che in extremis gli Stati Uniti avrebbero potuto congelare o confiscare l'oro straniero immagazzinato sul terreno statunitense, utilizzando i poteri ai sensi dell'International Emergency Economic Powers Act, del Trading With the Enemy Act o dell'USA Patriot Act.

Questo è poi diventato un tema politico in Europa con l'agitazione per il rimpatrio chiesto dai Paesi Bassi, dalla Germania e dall'Austria. Gli europei volevano riavere indietro l'oro dagli Stati Uniti e stiparlo nei loro caveau nazionali. Il trasferimento tedesco è stato completato in anticipo; la data iniziale era stata stabilita al 2020.

Ma la banca centrale tedesca non rivuole l'oro perché non c'è un mercato del leasing dell'oro ben sviluppato a Francoforte, o nessuna esperienza nel dare in leasing l'oro in base alla legge tedesca.

L'oro tedesco a New York e a Londra era disponibile per il leasing sotto la legge di New York e del Regno Unito, come parte degli schemi globali di manipolazione dei prezzi. Muovere l'oro a Francoforte riduce l'offerta fluttuante disponibile per il leasing, rendendo più difficile l'attuale manipolazione.

Perché la Germania lo ha fatto?

La forza motrice sia nel 2013 (data dell'annuncio) sia nel 2017 (data di completamento) è che entrambi gli anni sono anni elettorali in Germania. La posizione di Angela Merkel come cancelliere della Germania sarà messa in discussione il 24 settembre 2017. Può essere necessaria una coalizione per rimanere al potere, e c'è un piccolo partito nazionalista in Germania che si agita per il rimpatrio dell'oro.

La Merkel ha gestito questo rimpatrio con la Deutsche Bundesbank sia nel 2013 che questa settimana, strizzando l'occhio a suddetto partito nazionalista. Ecco perché il rimpatrio è stato completato tre anni prima: ha bisogno dei voti ora.

La storia veramente bizzarra proviene dagli Stati Uniti però...

Il segretario del Tesoro USA, Steve Mnuchin, e il capo della maggioranza al senato, Mitch McConnell, hanno visitato Fort Knox per vedere l'offerta d'oro degli Stati Uniti. Mnuchin è il terzo segretario del Tesoro USA della storia che ha mai visitato Fort Knox e questa è stata la prima visita ufficiale di Washington DC sin dal 1974.

Il governo americano ama ignorare l'oro e non richiamare l'attenzione su di esso. Le visite ufficiali a Fort Knox conferiscono all'oro una certa importanza dal punto di vista monetario, cosa che le banche centrali preferiscono evitare.

Perché una visita improvvisata da parte di Mnuchin e McConnell? Perché ora?

Risposta: il Tesoro USA sta rimanendo a corto di denaro e potrebbe andare in bancarotta entro il 29 settembre se il Congresso non aumenta il tetto del debito.

Ma il Tesoro USA potrebbe ottenere $355 miliardi in contanti senza aumentare il tetto del debito rivalutando semplicemente l'oro degli Stati Uniti ad un prezzo di mercato. (L'oro americano è valutato ufficialmente a $42.22 l'oncia sui libri del Tesoro USA rispetto ad un prezzo di mercato di $1,300 l'oncia).

Una volta che il Tesoro USA rivaluta l'oro, può emettere nuovi "certificati d'oro" alla FED e richiedere nuovi fondi sul suo conto presso di essa nell'ambito del Gold Reserve Act del 1934. Poiché questo denaro deriverebbe dalla rivalutazione dell'oro, non andrebbe ad aumentare il debito pubblico e non sarebbe necessaria nessuna normativa sul tetto del debito.

Questo sarebbe un modo per aggirare il tetto del debito, se il Congresso non riuscirà ad aumentarlo in modo tempestivo. Tra l'altro questo strano trucco venne implementato dall'amministrazione Eisenhower nel 1953.

Forse Mnuchin e McConnell volevano solo assicurarsi che l'oro fosse lì prima di rivalutarlo ed emettere nuovi certificati.

Qualunque sia la ragione, questa attenzione ufficiale nei confronti dell'oro è solo un aumento psicologico del prezzo insieme alla posizione espansiva della FED, all'offerta scarsa e al continuo acquisto vorace da parte della Russia e della Cina.

Di James Rickards

Traduzione di Francesco Simoncelli

Autore: Francesco Simoncelli Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online