Italia markets open in 4 hours 56 minutes
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.641,13
    -181,16 (-0,63%)
     
  • EUR/USD

    1,2146
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    26.635,37
    -20,79 (-0,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    654,01
    -22,89 (-3,38%)
     
  • HANG SENG

    29.658,87
    -500,14 (-1,66%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

Stasera torna sul ring Mike Tyson nella sfida tra leggende della boxe

Carlo Renda
·Vicedirettore HuffPost
·1 minuto per la lettura
(Photo: ABC via Getty Images)
(Photo: ABC via Getty Images)

È uno degli eventi sportivi di questo 2020. Mike Tyson torna a calcare il ring allo Staples Center di Los Angeles. Il 54enne pugile statunitense, leggenda della boxe che vanta 91 Ko su 133 match, sfiderà in un’esibizione un altro ‘vecchietto’ dei guantoni, Roy Jones Jr, che di anni ne ha 51.

Tyson è lontano dal ring da ben 15 anni e ancora il più giovane di sempre a mettere in bacheca il titolo dei massimi (1986, a poco più di 20 anni). Jones Jr, ha indossato la cintura in quattro categorie differenti: medi, supermedi, mediomassimi e massimi.

Soprannominato “Iron Mike”, “The Baddest Man on the Planet”, “Kid Dynamite” e “King Kong”, Tyson occupa la 16^ posizione della classifica dei “100 più grandi picchiatori di sempre” stilata da The Ring, e la prima in quella dei “più grandi picchiatori dei pesi massimi” di Espn.

Tra droghe, tre matrimoni e otto figli, una condanna, Tyson è sopravvissuto a un’infanzia difficile e a una naturale predisposizione all’auto-distruzione. Assicura di avere la potenza e la forza fisica di sempre, spinto dal desiderio di dimostrare al mondo che, nonostante la carta di identità parli chiaro, resta la leggenda “Iron Mike”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.