Italia markets close in 1 hour 5 minutes
  • FTSE MIB

    24.301,46
    +140,08 (+0,58%)
     
  • Dow Jones

    33.988,20
    -149,11 (-0,44%)
     
  • Nasdaq

    13.947,15
    -3,07 (-0,02%)
     
  • Nikkei 225

    29.188,17
    +679,62 (+2,38%)
     
  • Petrolio

    61,18
    -0,17 (-0,28%)
     
  • BTC-EUR

    45.538,89
    -960,84 (-2,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.276,06
    +33,00 (+2,65%)
     
  • Oro

    1.785,60
    -7,50 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,2012
    -0,0027 (-0,23%)
     
  • S&P 500

    4.165,03
    -8,39 (-0,20%)
     
  • HANG SENG

    28.755,34
    +133,42 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.006,16
    +29,75 (+0,75%)
     
  • EUR/GBP

    0,8679
    +0,0040 (+0,46%)
     
  • EUR/CHF

    1,1027
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5040
    -0,0000 (-0,00%)
     

Statali, ecco aumento con rinnovo contratto: le ultime notizie

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Un aumento da 107 euro per gli statali. Il rinnovo del contratto nazionale del settore pubblico è in dirittura di arrivo, riferisce laleggepertutti.it, facendo riferimento a ettagli contenuti nel «Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e per la coesione sociale» firmato tra le parti interessate e presentato.

Il nuovo contratto, che interessa circa 3,2 milioni di dipendenti statali, prevede un aumento medio di 107 euro e a quanto pare non contempla più i limiti ai premi di produttività nella Pubblica Amministrazione indicati nel 2017. Significa, a priori, che questi riconoscimenti saranno liberamente negoziabili.

Non solo soldi, però. La bozza del nuovo contratto nazionale degli impiegati pubblici parla anche di un ricorso allo smart working a regime. "Se pensate allo sviluppo del lavoro smart working, come si dice in inglese, ci sarà anche una parola in italiano adatta per descriverlo...", le parole del presidente del Consiglio, Mario Draghi, che ha rimarcando la necessità di spingere sulla formazione nella Pa e su nuove professionalità. Per lo smart working, in particolare, si profila un utilizzo più organico e strutturato rispetto a quello adottato attualmente per l’emergenza Covid, basato su una nuova disciplina normativa ed economica del lavoro agile che garantisca totale trasparenza e che metta d’accordo le esigenze dei dipendenti e quelle dell’amministrazione pubblica.

Altra novità che verrà inserita nel nuovo contratto del lavoro pubblico, afferma laleggepertutti.it, riguarda la riorganizzazione degli ordinamenti professionali, con nuove professionalità e competenze più consone ai fabbisogni della Pubblica Amministrazione. Si punterà anche molto sulla formazione, soprattutto dal punto di vista informatico e digitale. Sarà, infine, potenziato il welfare contrattuale, con norme che riguarderanno il sostegno ai genitori e che allargheranno al settore pubblico le agevolazioni fiscali oggi riconosciute ai dipendenti del settore privato sulla previdenza complementare e sui sistemi di premialità.

"Il buon funzionamento del settore pubblico – ha sottolineato Draghi – è al centro del funzionamento di una buona società, se il primo non funziona la seconda è più fragile e ingiusta. Consideriamo centrale il ruolo dei lavoratori e delle lavoratrici del pubblico. E se questo è sempre vero, con la pandemia lo è ancora di più. Se pensate al sacrificio di medici, infermieri, insegnanti e forze dell’ordine nel fornire servizi essenziali".