Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.766,09
    +280,09 (+1,14%)
     
  • Dow Jones

    34.382,13
    +360,73 (+1,06%)
     
  • Nasdaq

    13.429,98
    +304,98 (+2,32%)
     
  • Nikkei 225

    28.084,47
    +636,47 (+2,32%)
     
  • Petrolio

    65,51
    +0,14 (+0,21%)
     
  • BTC-EUR

    36.714,99
    -3.445,46 (-8,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,33
    +39,77 (+2,93%)
     
  • Oro

    1.844,00
    +5,90 (+0,32%)
     
  • EUR/USD

    1,2145
    +0,0060 (+0,50%)
     
  • S&P 500

    4.173,85
    +61,35 (+1,49%)
     
  • HANG SENG

    28.027,57
    +308,87 (+1,11%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.017,44
    +64,99 (+1,64%)
     
  • EUR/GBP

    0,8613
    +0,0017 (+0,20%)
     
  • EUR/CHF

    1,0943
    +0,0004 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4697
    +0,0006 (+0,04%)
     

Stati Uniti: vendite al dettaglio balzano a marzo del 9,8%, più del previsto. Complice il piano di stimolo

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Ripresa boom dei consumi negli Stati Uniti. A marzo le vendite al dettaglio sono salite del 9,8% rispetto a febbraio, quando erano scese del 2,7%. L'aumento è superiore alle aspettative degli analisti che avevano stimato un +5,9%. Complici i progressi della campagna vaccinale e la riapertura delle attività, insieme all’accredito degli assegni da 1.400 dollari a contribuente previsti dall’American Rescue Plan. Contributi positivi da gran parte delle categorie di beni, oltre che dalla spesa in ristoranti e bar. L’indice di Opentable riporta che le prenotazioni per le consumazioni nei ristoranti nel primo week-end di aprile erano sui livelli di febbraio 2020 e intorno a -20% durante la settimana. Anche il flusso di passeggeri negli aeroporti continua a crescere.