Italia markets close in 2 hours 54 minutes
  • FTSE MIB

    17.915,47
    +43,19 (+0,24%)
     
  • Dow Jones

    26.557,02
    -102,09 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    11.110,07
    -75,52 (-0,68%)
     
  • Nikkei 225

    22.977,13
    -354,81 (-1,52%)
     
  • Petrolio

    35,75
    -0,42 (-1,16%)
     
  • BTC-EUR

    11.397,96
    +10,10 (+0,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,76
    -2,88 (-1,09%)
     
  • Oro

    1.888,30
    +20,30 (+1,09%)
     
  • EUR/USD

    1,1684
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    3.297,98
    -12,13 (-0,37%)
     
  • HANG SENG

    24.107,42
    -479,18 (-1,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    2.957,37
    -2,66 (-0,09%)
     
  • EUR/GBP

    0,9000
    -0,0032 (-0,35%)
     
  • EUR/CHF

    1,0691
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    -0,0010 (-0,07%)
     

Stato di emergenza, cosa comporta la proroga

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Al vaglio del governo c’è la proroga dello stato di emergenza per il coronavirus fino al 31 gennaio 2021, ovvero a un anno esatto dalla prima messa in campo della misura contro la pandemia. Ma cosa significa questa decisione? Cosa cambia nel concreto?

La prima conseguenza della proroga dello stato di emergenza è che il premier potrà ancora agire tramite l’emanazione degli ormai famosi Dpcm (decreti della presidenza del Consiglio dei ministri). Questi particolari provvedimenti, infatti, possono essere emanati soltanto durante uno stato di emergenza.

GUARDA ANCHE - Conte spiega il cashback e i social si scatenano

Le Regioni, inoltre, in stato di emergenza possono continuare a firmare ordinanze ma sono tenute a consegnare le linee guida al governo. In funzione, dunque, c’è la “cabina di regia” alla quale prendono parte i governatori per seguire una linea guida comune.

Il monitoraggio, durante lo stato di emergenza, continuerà a fornire i dati delle Regioni sulla situazione dell’epidemia in Italia: saranno resi noti l’indice Rt sulla base dei contagi e altri 20 indicatori. Grazie a questi, sarà possibile prendere nuove decisioni su eventuali chiusure localizzate.

Nella vita di tutti i giorni, poi, lo stato di emergenza consente anche di ricorrere allo smart working. Le norme che lo regolano, infatti, andranno riviste una volta tornati alla situazione ordinaria.

Per quanto riguarda i viaggi, potranno essere previste nuove restrizioni sia in entrata che in uscita.

GUARDA ANCHE - Da Nord a Sud riaprono i reparti Covid