Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.636,26
    +89,76 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    33.212,96
    +575,77 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    12.131,13
    +390,48 (+3,33%)
     
  • Nikkei 225

    26.781,68
    +176,84 (+0,66%)
     
  • Petrolio

    115,07
    +0,98 (+0,86%)
     
  • BTC-EUR

    26.908,40
    +182,98 (+0,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    625,79
    -3,71 (-0,59%)
     
  • Oro

    1.857,30
    +3,40 (+0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,0739
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.158,24
    +100,40 (+2,47%)
     
  • HANG SENG

    20.697,36
    +581,16 (+2,89%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.808,86
    +68,55 (+1,83%)
     
  • EUR/GBP

    0,8497
    -0,0014 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0271
    -0,0016 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,3655
    -0,0046 (-0,33%)
     

Stellantis, crescono ricavi trim1 nonostante problemi chip, titolo sale

Il logo Stellantis su un telefono

MILANO (Reuters) - Stellantis ha chiuso il primo trimestre con ricavi in crescita del 12% grazie a migliori prezzi e mix di prodotti e al cambio più favorevole, compensando così l'impatto della carenza di semiconduttori sui volumi.I ricavi netti, si legge in una nota, sono stati pari a 41,5 miliardi di euro nel periodo gennaio-marzo contro i 37 miliardi pro-forma di un anno fa. Il risultato ha superato le aspettative degli analisti di 36,9 miliardi di euro, secondo un sondaggio Reuters.

Il titolo ha segnato in apertura un balzo del 4,5%, e alle 9,20 sale di circa il 4%, sovraperformando rispetto al settore europeo. Le consegne consolidate sono tuttavia scese del 12% nel trimestre, principalmente a causa della mancata evasione di ordini per l'approvvigionamento di semiconduttori, spiega Stellantis.

L'azienda, che include i marchi Citroen, Peugeot, Fiat, Jeep, Opel e Maserati, conferma la guidance per il 2022 "con margini di risultato operativo rettificato a doppia cifra e flussi di cassa positivi, nonostante le condizioni sfavorevoli in termini di approvvigionamenti e di inflazione, grazie al successo dei modelli e alle partnership strategiche", ha detto il Cfo Richard Palmer nella nota.

"Un aumento del 12% delle entrate con una diminuzione del 12% dei volumi indica una performance molto forte sul prezzo e sul mix che è di buon auspicio per la nostra performance di margine", ha poi aggiunto il manager in una call con i giornalisti.

Palmer si aspetta che le forniture di semiconduttori miglioreranno gradualmente quest'anno e nel 2023. "Ma onestamente non posso dare una data che indichi quando (i problemi di fornitura) saranno risolti".

La casa automobilistica ha tagliato le prospettive industriali di quest'anno per il mercato nordamericano, ora visto piatto, e per l'Europa 'allargata', ora vista in contrazione del 2% nel 2022.

Palmer ha detto che Stellantis non ha un'esposizione significativa verso la Russia, sia commercialmente che in termini di catena di approvvigionamento.

"Non abbiamo una grande base di approvvigionamento in Europa orientale a differenza di altri concorrenti, l'impatto non è stato significativo nel trimestre", ha detto.

(Giulio Piovaccari, versione italiana Francesca Piscioneri, editing Sabina Suzzi, Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli