Italia markets open in 5 hours 33 minutes
  • Dow Jones

    30.775,43
    -253,88 (-0,82%)
     
  • Nasdaq

    11.028,74
    -149,16 (-1,33%)
     
  • Nikkei 225

    26.313,96
    -79,08 (-0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,0474
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • BTC-EUR

    19.411,73
    +189,48 (+0,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    434,91
    +3,44 (+0,80%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • S&P 500

    3.785,38
    -33,45 (-0,88%)
     

##Stellantis, Napolitano: Lancia tornerà in Europa dal I sem 2024

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 20 mag. (askanews) - Con il piano a 10 anni approvato lo scorso settembre e presentato oggi nel Centro Stile di Stellantis dal Ceo Luca Napolitano, Lancia punta a tornare in Europa "entro la prima metà del 2024" con l'obiettivo di ritagliarsi uno spazio "come brand premium credibile e rispettabile".

"La nostra ambizione è diventare il brand di fiducia della prossima generazione di clienti premium. Crediamo che Lancia sia l'Eleganza Italiana...che dura e incanta", ha detto Napolitano. Lancia è inserita nel cluster premium nel piano Dare Forward 2030 del gruppo Stellantis con l'obiettivo di moltiplicare per 4 i ricavi e per 5 i profitti. Dal 2026 il brand presenterà solo nuovi modelli Bev e dal 2028 venderà solo auto elettriche.

I primi mercati su cui punterà il brand sono Francia, Olanda, Belgio, Germania e Spagna, con country manager dedicati che riporteranno a Roberta Zerbi, responsabile vendite Lancia in Europa. Probabile anche uno sbarco in Inghilterra. "Potrebbero esserci delle modifiche ai nostri piani, in Inghilterra il Made in Italy ha molto appeal", ha detto Napolitano.

L'obiettivo del piano è di aprire 100 concessionari in 60 città, con focus sull'online che dovrebbe generare il 50% delle vendite. "Fuori dall'Italia, ci stiamo muovendo in modo sincronizzato con Alfa Romeo e DS, ma non abbiamo vincoli. Partiamo da zero con un modello di distribuzione innovativo, non abbiamo bisogno di molti concessionari".

Quanto al prodotto, il piano prevede tre nuovi modelli per coprire il 50% del mercato, con un lancio ogni due anni. Si inizia nel 2024 dall'Italia e dal segmento B con la Ypsilon, che "costerà di più del modello attuale perché sarà di categoria superiore. Entro fine anno potrebbe esserci qualche anticipazione sul design". Il benchmark per il pricing di segmento sono "Audi e a seguire Mercedes. Rispetto ad Audi siamo oggi sotto del 17%, eravamo a -20%. Non vogliamo competere con i brand tedeschi, ma abbiamo margini di miglioramento".

Nel 2026 ci sarà il secondo modello, il primo full electric. Sarà un grande cuv di 4,6 metri, con nickname Aurelia, "anche se il nome è un po' superato per la tipologia di vettura che stiamo immaginando, pensiamo piuttosto a una lettera greca, Gamma o Beta". Nel 2028 arriverà il terzo modello anche in questo caso full electric, nickname Delta, che sarà "la Delta che tutti vogliamo e immaginiamo".

Fra i piani allo studio, ma non ancora approvati, il lancio di una versione HF per ogni modello. "Al momento il progetto non è ancora stato approvato, ma ci stiamo lavorando", ha detto Napolitano.

Il marchio HF vuol dire anche Motorsport. "Al momento non c'è un piano per il ritorno al motorsport. Vogliamo fare una cosa alla volta e farla bene, c'è un elenco di priorità. Ma se la nuova Ypsilon avrà successo e saremo un brand profittevole, lo chiederò a Tavares".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli