Italia markets close in 5 hours 42 minutes
  • FTSE MIB

    23.961,70
    +85,62 (+0,36%)
     
  • Dow Jones

    31.928,62
    +48,38 (+0,15%)
     
  • Nasdaq

    11.264,45
    -270,83 (-2,35%)
     
  • Nikkei 225

    26.677,80
    -70,34 (-0,26%)
     
  • Petrolio

    111,61
    +1,84 (+1,68%)
     
  • BTC-EUR

    27.879,25
    +253,95 (+0,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    661,95
    +6,13 (+0,93%)
     
  • Oro

    1.856,90
    -8,50 (-0,46%)
     
  • EUR/USD

    1,0675
    -0,0063 (-0,59%)
     
  • S&P 500

    3.941,48
    -32,27 (-0,81%)
     
  • HANG SENG

    20.171,27
    +59,17 (+0,29%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.652,16
    +4,60 (+0,13%)
     
  • EUR/GBP

    0,8528
    -0,0035 (-0,41%)
     
  • EUR/CHF

    1,0277
    -0,0034 (-0,33%)
     
  • EUR/CAD

    1,3696
    -0,0061 (-0,44%)
     

Stellantis, Tavares vede fornitura chip ancora limitata quest'anno

Il logo Stellantis presso lo stabilimento Mirafiori a Torino

COMO (Reuters) - Carlos Tavares, AD di Stellantis ha detto di non prevedere un miglioramento nella catena di approvvigionamento dei semiconduttori prima del prossimo anno.

"L'offerta di semiconduttori è ancora molto limitata, la situazione è molto simile a quella del 2021. Direi quindi che il 2022 non porterà un grande miglioramento", ha detto Tavares in un evento a Como per promuovere il nuovo Suv Alfa Romeo Tonale.

Ha aggiunto, tuttavia, che le previsioni incluse nelle recenti attività della casa automobilistica sono state "conservative" e che rimarranno invariate.

Tavares ha notato che la principale differenza rispetto allo scorso anno è che il numero di fornitori in difficoltà è ora minore, dopo che molti hanno stabilito un migliore controllo delle loro operazioni e delle catene di approvvigionamento.

"Al momento Stellantis è penalizzata da un basso numero di fornitori di chip, massimo tre o quattro", ha detto, aggiungendo di prevedere un miglioramento nel 2023.

L'AD ha ribadito che l'impatto dell'invasione russa in Ucraina sui ricavi del gruppo è stato finora "molto, molto marginale". Ha aggiunto che il conflitto ha reso più difficile il mercato per tutte le case automobilistiche, non solo per Stellantis.

Il produttore di marchi come Fiat e Peugeot ha detto di non essere stato penalizzato finora dalla decisione della Russia di interrompere la consegna di gas naturale in Polonia, dove il gruppo gestisce tre impianti.

(Giulio Piovaccari, tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli