Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 3 hours 22 minutes
  • FTSE MIB

    33.823,85
    -57,65 (-0,17%)
     
  • Dow Jones

    37.775,38
    +22,07 (+0,06%)
     
  • Nasdaq

    15.601,50
    -81,87 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    37.068,35
    -1.011,35 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    82,30
    -0,43 (-0,52%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.992,96
    +2.230,09 (+3,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.337,01
    +24,39 (+1,89%)
     
  • Oro

    2.392,30
    -5,70 (-0,24%)
     
  • EUR/USD

    1,0658
    +0,0011 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    5.011,12
    -11,09 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    16.224,14
    -161,73 (-0,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.918,94
    -17,63 (-0,36%)
     
  • EUR/GBP

    0,8561
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    0,9682
    -0,0028 (-0,29%)
     
  • EUR/CAD

    1,4662
    +0,0011 (+0,08%)
     

Stellantis, Urso chiede che si produca a Mirafiori modello per mercato italiano

Una bandiera con il logo Stellantis presso lo stabilimento Mirafiori a Torino

MILANO (Reuters) - Dall'incontro su Mirafiori, al centro della seconda riunione sui siti produttivi di Stellantis in Italia, è emersa la posizione condivisa sulla necessità di rilanciare lo stabilimento piemontese.

E' quanto fa sapere il ministero per le Imprese e il Made in Italy nella cui sede si è tenuto il tavolo cui hanno partecipato oltre al ministro Adolfo Urso, il presidente della Regione Piemonte, il sindaco di Torino e rappresentanti dell'azienda, dell'Anfia e delle organizzazioni sindacali.

"Dall'incontro di oggi è emersa una posizione condivisa del sistema Piemonte e del sistema Italia sulla necessità di rilanciare lo stabilimento di Mirafiori per arrivare a produrre almeno 200.000 vetture", ha sottolineato Urso, che ha poi evidenziato che "in questo modo si renderebbe realistico l'obiettivo, più volte confermato dall'azienda, di un milione di veicoli realizzati da Stellantis sul territorio nazionale".

Urso ha anche spiegato che "con le altre istituzioni ha condiviso la richiesta che venga prodotto nel sito di Mirafiori almeno un altro modello che risponda alle esigenze del mercato italiano", sottolineando come "al momento a Torino si producano modelli come la 500 elettrica o a marchio Maserati, che sono rivolti per la gran parte all'estero".

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Gli incontri proseguiranno domani con focus sul sito di Atessa.

Critici i sindacati dei lavoratori con Fiom-Cgil che non ha evidenziato alcuna garanzia al termine dell'incontro confermando lo sciopero unitario del 12 aprile a Torino.

"Contrasteremo con ogni mezzo democratico, la dismissione silenziosa che si sta consumando sulla pelle delle lavoratrici e dei lavoratori", si legge in una nota.

(Sara Rossi, editing)