Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.099,67
    -152,24 (-0,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

STMicro prevede rallentamento crescita vendite in trim4

Il logo di STMicroelectronics è visibile all'esterno di un edificio dell'azienda a Montrouge

PARIGI (Reuters) - Il produttore franco-italiano di chip STMicroelectronics prevede un rallentamento della crescita delle vendite nell'ultima parte dell'anno, secondo quanto comunicato dalla società, tra i crescenti timori di una recessione globale e il calo della domanda di prodotti elettronici.

Per l'industria dei semiconduttori si profilano condizioni avverse, con l'aumento delle tensioni tra Taiwan e Cina e tra Stati Uniti e Cina, e una crescente inflazione che potrebbe comprimere la spesa su automobili, smartphone e altri prodotti di consumo.

L'azienda basata a Ginevra, i cui clienti principali includono Apple e Tesla, confida di poter raggiungere gli obiettivi per l'intero anno, grazie a una serie diversificata di prodotti, che vanno dai sensori per l'industria degli smartphone ai chip progettati per migliorare la gestione dell'energia nei veicoli autonomi ed elettrici.

La sua principale rivale, Texas Instruments Inc, all'inizio di questa settimana ha previsto un calo della domanda nella maggior parte dei propri mercati finali, mentre la sudcoreana SK Hynix Inc ha avvertito di un "deterioramento senza precedenti" della domanda di memory chip.

"Siamo incoraggiati dall'andamento sostenuto dei ricavi a fronte dell'indebolimento del ciclo... e dai margini di profitto ben al di sopra del consensus", ha comunicato Citi in una nota ai clienti.

Secondo le previsioni di STMicro, le vendite del quarto trimestre aumenteranno dell'1,8% rispetto al trimestre precedente, raggiungendo circa 4,4 miliardi di dollari. Questo dato è in contrasto con il balzo del 12,6% registrato nei tre mesi che si sono conclusi il 30 settembre.

STMicro, società controllata dai governi italiano e francese, ha affermato che la domanda è aumentata per tutti i propri prodotti nel terzo trimestre, battendo le aspettative del mercato.

I ricavi netti del terzo trimestre sono saliti a 4,32 miliardi di dollari, superando le previsioni dell'azienda e il consensus degli analisti stilato da Visible Alpha di 4,24 miliardi di dollari.

Il margine lordo si è attestato al 47,6% nel terzo trimestre, leggermente al di sopra delle aspettative del mercato.

STMicro ha detto di aspettarsi per l'intero anno dei ricavi netti pari a 16,1 miliardi di dollari, in crescita del 26% rispetto all'anno precedente, e un margine lordo di circa il 47,3%, in linea con la guidance precedentemente riportata.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)