Italia markets closed
  • Dow Jones

    32.821,21
    +17,74 (+0,05%)
     
  • Nasdaq

    12.654,58
    -2,97 (-0,02%)
     
  • Nikkei 225

    28.249,24
    +73,37 (+0,26%)
     
  • EUR/USD

    1,0207
    +0,0020 (+0,19%)
     
  • BTC-EUR

    23.433,10
    +647,63 (+2,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    557,22
    +14,34 (+2,64%)
     
  • HANG SENG

    20.045,77
    -156,17 (-0,77%)
     
  • S&P 500

    4.141,35
    -3,84 (-0,09%)
     

Accordo al vertice Nato: dalla Turchia via libera all'ingresso di Finlandia e Svezia

no credit

AGI - La Turchia ha ritirato il veto all'ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato. È quanto riferiscono fonti diplomatiche. I ministri degli Esteri dei tre Paesi - Mevlut Cavusoglu, Ann Linde e Pekka Haavisto - hanno firmato un memorandum alla presenza del segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, del presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, della premier svedese, Magdalena Andersson, e del presidente finlandese, Sauli Niinisto.

Non è ancora noto il contenuto del documento. Al termine della firma strette di mano e sorrisi di soddisfazione per un'intesa che non era affatto scontata in tempi così rapidi.

Il vertice Nato di Madrid può iniziare lasciandosi alle spalle una controversia che rischiava di mettere in ombra l'intera agenda del summit.

Il memorandum tra Turchia, Svezia e Finlandia

Nel memorandum d'intesa firmato con la Turchia, Svezia e Finlandia si impegnano a non sostenere piu' le formazioni curde siriane Ypg e Pyd. Lo riferiscono all'Agi fonti diplomatiche.

"La Turchia ottiene quello che vuole", affermano le fonti, "grazie alla posizione determinata del presidente Recep Tayyip Erdoan, la Turchia ha ottenuto notevoli progressi nella lotta contro le organizzazioni terroristiche".

"Il fatto che la definizione di Feto (l'organizzazione del religioso Fetullah Gulen, nemico giurato di Erdogan, nda) come organizzazione terroristica insieme al Pkk/Ypg/Pyd sia stata cosi' chiaramente affermata in un accordo internazionale e' un passo molto importante nella dimensione internazionale nella lotta della Turchia sotto la guida del presidente Erdogan", commentano le fonti turche.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli