Italia Markets closed

Stop dalla Bei ai finanziamenti per l'energia fossile dal 2021 -3-

Loc

Bruxelles, 15 nov. (askanews) - Da notare che con il nuovo limite 250 gCO2/KwH i finanziamenti ad alcuni tipi di progetti riguardanti il gas ancora possibili, ma dovrebbero basarsi su nuove tecnologie come la cattura e lo stoccaggio del carbonio (Ccs), produzione combinata di energia termica ed elettrica, o miscele di gas rinnovabili con gas naturale fossile. Proprio per difendere il gas, la Commissione europea, con Germania, Italia e Polonia, si erano opposti finora alla nuova politica della Bei. Per superare quest'opposizione, la Bei ha proposto di ritardare la data di avvio di un anno, dal 2020 al 2021 (permettendo così di non escludere i "progetti di interesse comune europeo" d'infrastrutture energetiche compresi nel nuovo bilancio pluriennale dell'Ue per il periodo 2021-2027).

Un'altra decisione importante riguarda il finanziamento del "Just Transition Fund", annunciato dalla presidente eletta della nuova Commissione europea, Ursula von der Leyen, che sosterrà la transizione energetica degli Stati membri più dipendenti dal carbone. La Bei in questi paesi finanzierà fino al 75% del costo ammissibile dei progetti. Più in generale la Bei aumenterà gradualmente la quota dei suoi finanziamenti dedicati all'azione per il clima e la sostenibilità ambientale, per raggiungere il 50% delle sue operazioni a partire dal 2025.