Italia markets open in 1 hour 30 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • EUR/USD

    1,2029
    -0,0030 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    40.478,12
    +1.663,02 (+4,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    975,90
    -10,75 (-1,09%)
     
  • HANG SENG

    29.150,13
    -302,44 (-1,03%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Strada Spianata per il Cambio Euro Dollaro?

Angelo Papale
·2 minuto per la lettura

Con la presidenza Biden, gli analisti hanno previsto un indebolimento della valuta americana per via della minore incertezza sulle politiche internazionali. Secondo Citi Private Bank, il mandato di Biden sarà caratterizzato da una governance più tradizionale e più mite rispetto alle politiche aggressive di Trump, come i dazi e le numerose minacce fatte dallo stesso.

Attesa per la richiesta sui sussidi negli USA

Dal titolo si capisce che negli USA ci sono oggi importanti notizie che possono completamente sconvolgere l’andamento del cambio euro dollaro. La prima che si cita è il report riguardante le richieste di sussidi di disoccupazione che si sono avute nella settimana, attesa per le 14:30. Gli analisti prevedono un valore di 757 mila unità. Si ricorda che il valore dello scorso report era pari a 779 mila unità. Alle 17:00 ci sarà il rapporto della FED sugli effetti della Politica Monetaria americana.

Analisi grafica cambio euro dollaro

Tornando indietro nel 2017, anno d’inizio della presidenza Trump, il cambio euro dollaro aveva iniziato a impennare. Nei primi tre mesi del 2018 il cambio euro dollaro inizia a lateralizzare per poi iniziare la fase ribassista nell’aprile del 2018.

La fase ribassista, durata fino a marzo 2020, ha fatto precipitare il cambio euro dollaro da 1.21031 a 1.06977, una perdita imponente pari a 1400 punti circa. Dopo, il cambio si è apprezzato molto, grazie anche alla fine della presidenza Trump e lo spettro di Biden come nuovo Presidente degli USA.

Tra giugno e luglio del 2020 il cambio ha attraversato una fase di distribuzione, nel range tra 1.13722 e 1.11683. Una volta rotto il massimo del range menzionato prima, si ha una ripresa del trend precedente. Inizia una nuova grandissima fase laterale durata 5 mesi fino a dicembre.

La rottura della fase laterale si è avuta con l’insediamento ufficiale di Biden alla Casa Bianca. Il cambio euro dollaro si è apprezzato da 1.19656 a 1.23495. Da qui inizia la fase di ritracciamento, terminata a febbraio con un minimo di 1.19521, proprio nella parte superiore della fase laterale. Il primo ostacolo che il cross valutario affronterà è il livello a 1.21286 storico supporto dal 2009 al 2012. Il secondo ostacolo è a 1.21896, massimo toccato a gennaio 2021.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: