Italia Markets closed

Strategie per il trading intraday: lo scalping

Redazione
 

Il trading intraday è una strategia d'investimento tra le più complesse, che consiste nell'aprire e chiudere le posizioni nell’arco dello stesso giorno. Si tratta quindi di una tattica a brevissimo termine con un basso costo in termini di commissioni (nessuna commissione overnight) ma con un alto rischio di perdere l'investimento.

Il trader intraday è soggetto ad un alto livello di stress in quanto deve essere sempre a conoscenza dei movimenti del mercato per poter prendere decisioni nel giro di pochi minuti, anche di secondi. Pertanto, non solo deve avere un'ampia conoscenza del mercato ed essere in grado di prevedere la tendenza che seguirà, ma deve anche avere una grande capacità di concentrazione, reazione e tolleranza al rischio.

All'interno del trading infragiornaliero, una delle strategie più comuni è lo scalping, che consiste nell'aprire e chiudere operazioni in spazi di tempo tra secondi o pochi minuti. Data la velocità con cui vengono assunte le posizioni, è necessario disporre di attrezzature di alta qualità e piattaforme di trading molto veloci. É necessario quindi lavorare con un broker che offra questo tipo di servizi, dal momento che non tutti li includono nella loro offerta e non tutti permettono di fare scalping.

Con lo scalping, il trader cerca di trarre vantaggio dai movimenti degli asset sia in aumento che in diminuzione. Pertanto, è consigliabile operare in mercati altamente liquidi e altamente volatili. A questo proposito, anche se questa strategia può essere utilizzata in qualsiasi mercato, è consigliabile metterla in pratica nel Forex in quanto offre prodotti tra i più liquidi.

In questo senso, le coppie Forex major sono le più scambiate e popolari al mondo e quindi hanno più liquidità e volatilità: GBP/USD; CAD/USD; EUR/USD; EUR/USD; USD/JPY; CHF/USD; AUD/USD; NZD/USD.

Uno dei vantaggi straordinari di questa tecnica di trading è che facilita molte opportunità di ingresso e quindi tanti piccoli profitti. Profitti che, nel loro insieme, devono superare le possibili perdite registrate. Per fare questo, è molto importante lavorare con stop loss ben impostato per limitare i risultati negativi, definire in anticipo la strategia che seguiremo e attenerci ad essa.

Il profitto medio in questo tipo di negoziazione a breve termine è di circa 5 pips al massimo e spesso viene realizzato con una leva finanziaria elevata per speculare sui mercati valutari ed ottenere un rendimento più alto. Poiché il numero di compravendite in un giorno può essere molto alto, è importante scegliere un broker con spread ridotti e commissioni basse.

Indicatori tecnici per lo scalping

Ci sono diversi indicatori tecnici per lo scalping Forex. Uno dei più utilizzati è l'Ichimoku 1 minuto, anche se ce ne sono altri come MACD per misurare la forza del mercato, le Bollinger Bands, Renko o Fibonacci. A seconda dell'indicatore utilizzato, possono essere applicate diverse strategie a breve termine, tra cui lo Scalping Forex 1 minuto, una delle più basilari e con maggiori risorse.

Secondo gli esperti, questa tecnica è una buona scelta per i principianti. É essenziale esercitarsi preventivamente con i conti demo, non solo per poter prendere decisioni rapide, ma anche per sapere se siamo in grado di sopportare un alto livello di stress e di mantenere la massima concentrazione richiesta dal trading intraday.

Per coloro che non sono preparati a tanta pressione e non hanno tempo per sviluppare una strategia di scalping, ci sono altre pratiche come lo swing trading: non è così a breve termine da dover guardare ogni secondo lo schermo del pc, ma non è nemmeno a lungo termine e quindi offre maggiori opportunità di investimento.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online