Italia markets close in 7 hours 21 minutes

Studio Fantozzi: ombre su flat tax partite Iva, A.Entrate chiarisca -2-

Cos

Roma, 20 gen. (askanews) - I DIPENDENTI E PENSIONATI CHE AVEVANO INTENZIONE DI APRIRE UNA PARTITA IVA FORFETTARIA, DOVRANNO OPTARE PER IL REGIME ORDINARIO? POTREBBE ESSERE UN DISINCENTIVO? 'I contribuenti che hanno percepito redditi oltre i 30mila euro nel 2019 risultano esclusi dal regime forfetario, pertanto, dovranno operare nel regime ordinario, con tutti gli obblighi che ne derivano, ovvero, dovranno dotarsi dei mezzi adeguati per la fatturazione elettronica e far fronte agli adempimenti contabili da dover rispettare. Ne consegue che, questi soggetti potrebbero essere disincentivati ad aprire la partita Iva. Il regime forfetario, infatti nasce come regime "di favore" per piccole imprese e piccoli professionisti, che attraverso alcune semplificazioni contabili e fiscali, incentiva l'apertura di nuove partite iva e promuove lo sviluppo di iniziative imprenditoriali', aggiunge.

PER I SINDACATI LA FLAT TAX E' INGIUSTA PERCHE' UN LIBERO PROFESSIONISTA FINO A 65MILA EURO HA UNA TASSAZIONE DEL 15% MENTRE UN DIPENDENTE CHE "GUADAGNA UN TERZO PAGA QUASI IL DOPPIO DELLE TASSE'. 'Spesso la flat tax è stata criticata in quanto, l'applicazione di un'aliquota fissa al 15% costituirebbe una sorta di "deroga" al principio di progressività del nostro ordinamento tributario secondo cui all'aumentare del reddito imponibile, aumenta l'aliquota di imposta; tuttavia, essa rappresenta innanzitutto una soluzione che può essere valutata positivamente se si inserisce in un più ampio progetto di rivisitazione dell'Irpef - come la riduzione delle aliquote fiscali applicabili al reddito imponibile - che sembra si voglia mettere in campo nei prossimi mesi. indubbiamente, la "tassa piatta" può consentire maggiori risparmi di imposta al "popolo delle partite Iva", rispetto alle altre categorie di contribuenti, ma ciò potrebbe rispondere all'intento di agevolare nuove iniziative economiche ed imprenditoriali in un periodo, quale quello attuale, in cui si rendono opportuni interventi che aiutino la ripresa'.

(Segue)