Italia markets open in 8 hours 8 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.418,51
    -67,29 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1752
    -0,0037 (-0,32%)
     
  • BTC-EUR

    11.296,58
    +92,22 (+0,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    261,22
    -11,47 (-4,20%)
     
  • HANG SENG

    24.708,80
    -78,39 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Stupro Matera, c'è ottavo indagato

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

C'è l'ottavo indagato nell'inchiesta per lo stupro di gruppo commesso a Marconia, in provincia di Matera. E' stato riconosciuto su un social network da una delle due vittime inglesi e quindi è stato presentato esposto all'autorità giudiziaria. Per cui l'ottava persona ha un nome e cognome e diventa una delle parti, come indagato. Non era in aula, perché la convocazione delle parti è avvenuta prima dell'iscrizione nel registro degli indagati, e anche per questa ragione l'incidente probatorio non si è celebrato. Due degli indagati, attualmente in carcere, erano stati riconosciuti dalle due vittime su Instagram.

L'incidente probatorio si terrà sabato 26 settembre presso il palazzo di giustizia di Matera. Le parti saranno gli otto indagati, quattro dei quali ristretti in carcere, e le due giovani vittime inglesi, 15enni, ancora in Basilicata per esigenze investigative e dibattimentali. Il gip Angelo Onorati ha stabilito che il riconoscimento dei presunti stupratori da parte delle vittime avverrà con la ''ricognizione di persone'' prevista dall'articolo 213 del codice di procedura penale. Una modalità formale, con tutte le garanzie per la difesa, rispetto al più immediato metodo del cosiddetto riconoscimento ''all'americana''.