Italia Markets closed

Sul maxi-spread anche lo zampino della Bce

Huffington Post
The European Central Bank (ECB) headquarters are pictured in Frankfurt, Germany December 14, 2017. REUTERS/Ralph Orlowski

Il Financial Times dà ragione al Movimento 5 Stelle: la Bce ha tagliato gli acquisti di titoli di stato italiani nel mese di maggio, e quindi nel periodo di forti tensioni sui mercati durante la lunga crisi politica, a tratti istituzionale, prima della nascita del Governo Conte. Lo scrive il quotidiano finanziario di Londra in un articolo in cui viene sottolineato come "l'ammissione potrebbe alimentare i sospetti che la Banca Centrale stava cercando di punire il nuovo governo euroscettico", proprio come lamentato nei giorni scorsi.


La Bce ha comprato titoli di Stato italiani per 3,6 miliardi netti nel mese di maggio, in calo dai quattro miliardi del mese precedente. Lo si legge nei dati mensili dell'Eurotower, che mostra un calo anche per Francia, Belgio, Austria e Belgio. Un portavoce spiega che il calo è dovuto alla tempistica dei reinvestimenti di bond arrivati a scadenza e che il dato italiano del Qe, se è in calo rispetto ad aprile, è maggiore rispetto a marzo (3,4 miliardi) o gennaio (3,4 miliardi). Gli acquisti lordi, che includono i reinvestimenti dei Btp scaduti, aumentano del 33% fra aprile e maggio.

"L'implementazione del programma di acquisti di asset sta procedendo in maniera costante e fluida - ha spiegato un portavoce della Bce - non vi sono stati aggiustamenti nel ritmo o nella composizione degli acquisti del programma di acquisto di titoli di Stato. La metrica di riferimento è lo stock complessivo del portafoglio di titoli di stato del programma, non il flusso di acquisto di ogni singolo mese o settimana".

Scrive il Financial Times che c'è stato un volume alto di acquisti di titoli tedeschi mentre una forte riduzione di titoli italiani, francesi e di qualche...

Continua a leggere su HuffPost