Italia markets close in 4 hours 19 minutes
  • FTSE MIB

    24.322,20
    -480,70 (-1,94%)
     
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,98 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,34 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,52
    -0,40 (-0,62%)
     
  • BTC-EUR

    45.819,25
    -2.010,29 (-4,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.488,42
    -72,88 (-4,67%)
     
  • Oro

    1.840,40
    +2,80 (+0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,2165
    +0,0031 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.934,70
    -99,55 (-2,47%)
     
  • EUR/GBP

    0,8609
    +0,0019 (+0,22%)
     
  • EUR/CHF

    1,0968
    +0,0034 (+0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,4716
    +0,0032 (+0,22%)
     

Superbonus, Zampa (Fibre Net): pesa caro materiali

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 22 apr. (askanews) - Oltre all'allarme burocrazia, si allunga un'altra ombra sul Superbonus 110%, tema centrale nel dibattito politico di questi giorni in vista del varo del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza). Si tratta della penuria e dei pesanti rincari dei materiali da cantieri. "Stiamo facendo i conti con un rallentamento importante che rischia di trasformarsi in un vero e proprio blocco. Utilizziamo materia prima che viene prodotta in Cina e dunque risente dell'assorbimento di materiali da parte del mercato cinese, ma anche del problema di trasporti. Oggi trasportare un container di materiale costa alla mia azienda 9mila euro, quando a novembre ne costava 1.700". Lo racconta oggi al Sole24Ore - Enti locali ed Edilizia Cecilia Zampa, amministratrice delegata di Fibre Net, azienda con 15 milioni di fatturato e 85 dipendenti, di cui circa 15 ingegneri strutturisti, specializzata nella produzione di rinforzi strutturali compositi a base di fibre. Un materiale hi-tech molto diffuso nei cantieri, non solo per scopi antisismici, ma anche nel settore residenziale e nelle infrastrutture.

"La mia azienda utilizza resine, pagandole, quando le trova, almeno il 30% in più di pochi mesi fa. Ma questo discorso vale ancora di più per materiali anche di utilizzo più tradizionale per l'edilizia come l'acciaio, con un prezzo che è cresciuto del 130% in pochi mesi, mentre il legno nello stesso periodo è più che raddoppiato come le plastiche e gli isolanti", prosegue Zampa.

"In questo momento siamo costretti a centellinare le forniture - prosegue l'imprenditrice - tentando di non fare fermare il cantiere, provando ad assorbire gli extracosti in casa e giocando sulla programmazione". Infine, l'appello dell'Ad di Fibre Net al Governo: "Cambi i parametri di riferimento per la valutazione dei prezzi degli interventi connessi al superbonus che ora sono legati ai prezzari regionali che ovviamente non tengono conto dell'impennata del prezzo dei materiali di questi ultimi mesi".