Italia Markets closed

SuperEnalotto: con "Tassa sulla Fortuna" allo Stato 7,9 mln euro

Ape

Roma, 17 set. (askanews) - Circa 7,9 milioni del Jackpot di 66,4 milioni centrato questa sera in provincia di Parma torneranno nelle casse dello Stato: lo spiega Agipronews, secondo cui è l'effetto della "tassa sulla fortuna" - introdotta a gennaio 2012 e raddoppiata a partire da ottobre del 2017 - che prevede un prelievo del 12%, calcolato sulla parte eccedente i 500 euro di vincita.

Grazie al Jackpot di ripartenza, la sestina vincente già dal prossimo concorso metterà sul piatto 5,7 milioni di euro: un "tesoretto", spiega Agipronews, costruito grazie a tutti i concorsi successivi all'ultimo 6 in cui non sono stati realizzati dei 5+, con la metà del montepremi della seconda categoria di premio che incrementa il Jackpot in palio, mentre il restante 50% va a formare il montepremi di ripartenza.

Dal suo lancio, nel dicembre 1997, l'anno record per la raccolta del SuperEnalotto è stato il 2009: con il Jackpot da 148 milioni centrato a Bagnone le giocate superarono i 3,3 miliardi di euro, ma nel 2019 grazie al Jackpot record assegnato lo scorso 13 agosto, le giocate hanno già superato 1 miliardo di euro. (fonte AG/Agipro)