Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.150,44
    +562,78 (+1,68%)
     
  • Nasdaq

    13.154,44
    +122,76 (+0,94%)
     
  • Nikkei 225

    27.448,01
    -699,50 (-2,49%)
     
  • EUR/USD

    1,2082
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    39.933,70
    -4.992,25 (-11,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.300,94
    -86,97 (-6,27%)
     
  • HANG SENG

    27.718,67
    -512,37 (-1,81%)
     
  • S&P 500

    4.125,40
    +62,36 (+1,53%)
     

Superlega, lettera club a Uefa e Fifa: "Pronti ad azioni legali"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Lettera della Superlega al presidente della Fifa Gianni Infantino e al n.1 dell'Uefa, Aleksander Ceferin, per chiedere cooperazione ma anche rivelando di aver già intrapreso un'azione legale. "Siamo preoccupati che la Fifa e la Uefa possano rispondere a questa lettera di invito cercando di prendere misure punitive per escludere qualsiasi club o giocatore partecipante dalle rispettive competizioni", si legge. "Ci auguriamo che questa non sia la risposta a questa lettera e che, come noi, le organizzazioni riconosceranno i vantaggi immediati della concorrenza stabilita da Superlega".

"Cerchiamo collaborazione e supporto su come portare la competizione all'interno dell'ecosistema del calcio e lavoriamo per raggiungere questo obiettivo", sottolinea la lettera della Superlega che spiega: "La dichiarazione formale, tuttavia, ci obbliga a prendere misure protettive per proteggerci da una tale reazione avversa, che non solo metterebbe a repentaglio l'impegno di finanziamento nell'ambito della sovvenzione ma, in modo significativo, sarebbe illegale".

"Per questo motivo, SLCo ha presentato istanza dinanzi ai tribunali competenti al fine di garantire l'istituzione e il funzionamento senza soluzione di continuità del concorso in conformità con le leggi applicabili". Nella lettera la Super League spiega di aver ottenuto un impegno vincolante da un istituto finanziario a sottoscrivere finanziamenti per la competizione e i suoi club nella regione di quattro miliardi di euro.

"La sovvenzione fornirà la stabilità finanziaria urgentemente necessaria, non solo per i partecipanti per lanciare la competizione, ma anche per le parti interessate del calcio in generale, poiché la competizione dovrebbe migliorare materialmente i pagamenti di solidarietà esistenti e fornire maggiori benefici alla famiglia del calcio rispetto a quelli disponibili nelle attuali competizioni paneuropee per club ".