Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.470,63
    -1.281,73 (-6,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8622
    +0,0015 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,0003
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Supermercati, gli italiani amano i discount: vendite aumentano del 10,1%

Supermercati, gli italiani amano i discount: vendite aumentano del 10,1%
Supermercati, gli italiani amano i discount: vendite aumentano del 10,1%

Quando si tratta di supermercati, gli italiani scelgono sempre più spesso di fare la spesa al discount. Complice il caro-bollette e l'aumento generale dei prezzi dei prodotti alimentari causato dalla guerra in Ucraina e dall'incremento dei costi di produzione, il cibo low cost dei discount è la prima scelta per un numero crescente di famiglie.

Secondo quanto rivela un'analisi Coldiretti sui dati Istat relativi al commercio al dettaglio, infatti, le vendite dei discount sono aumentate del 10,1% nel mese di aprile. Si tratta del balzo più elevato tra tutte le tipologie della grande distribuzione alimentare (grande distribuzione che complessivamente ha registrato un incremento del 5,5% degli acquisti di alimenti rispetto allo stesso mese dell'anno scorso - un risultato dovuto però unicamente al caro prezzi con le quantità di prodotti alimentari acquistati che si riducono dello 0,8%).

VIDEO - Esselunga, Coop o Aldi? Quali sono i supermercati preferiti dagli italiani? La classifica di Altroconsumo

"Il balzo dei discount – fa sapere la Coldiretti in una nota – evidenzia la difficoltà in cui si trovano le famiglie italiane che, spinte dai rincari, orientano le proprie spese su canali a basso prezzo, nel tempo della guerra".

"Gli aumenti record delle quotazioni per i prodotti energetici e le materie prime si riflettono, infatti, – sottolinea Coldiretti – sui costi di produzione del cibo ma anche su quelli di confezionamento, dalla plastica per i vasetti dei fiori all’acciaio per i barattoli, dal vetro per i vasetti fino al legno per i pallet da trasporti e alla carta per le etichette dei prodotti che incidono su diverse filiere, dalle confezioni di latte, alle bottiglie per olio, succhi e passate, alle retine per gli agrumi ai barattoli smaltati per i legumi".

"Una situazione che – conclude la Coldiretti – nei Paesi più ricchi provoca inflazione, mancanza di alcuni prodotti e aumenta l’area dell’indigenza alimentare ma anche gravi carestie nei Paesi meno sviluppati".

VIDEO - Come risparmiare 1700 euro l’anno al supermarket

VIDEO - Maghi del borseggio nel parcheggio del supermercato, ecco la loro strategia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli