Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    89,73
    -2,36 (-2,56%)
     
  • BTC-EUR

    23.580,77
    -817,55 (-3,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    571,11
    -0,17 (-0,03%)
     
  • Oro

    1.799,30
    -16,20 (-0,89%)
     
  • EUR/USD

    1,0200
    -0,0058 (-0,56%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.782,29
    +5,48 (+0,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8454
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9650
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3145
    +0,0043 (+0,33%)
     

Taglio gas russo colpisce speranze economiche europee, Ucraina denuncia attacchi a regioni costiere

Impianto del gasdotto 'Nord Stream 1' a Lublim in Germania

KIEV (Reuters) - La Russia ha annunciato che taglierà le forniture di gas all'Europa a partire da domani, colpendo così i Paesi che hanno sostenuto l'Ucraina, mentre gli attacchi missilistici nelle regioni costiere del Mar Nero hanno sollevato dubbi sulla possibilità che la Russia si attenga all'accordo che prevede l'esportazione di cereali da parte dell'Ucraina.

Le prime navi provenienti dall'Ucraina potrebbero salpare a giorni in base all'accordo raggiunto venerdì, hanno detto le Nazioni Unite, nonostante l'attacco missilistico russo al porto ucraino di Odessa durante il fine settimana. Secondo un portavoce dell'amministrazione militare ucraina, un altro missile ha colpito la regione questa mattina.

L'impennata dei costi dell'energia e il rischio di soffrire la fame per milioni di persone nei Paesi più poveri dimostrano come il più grande conflitto in Europa dalla Seconda Guerra Mondiale, giunto al sesto mese, stia avendo un impatto che va ben oltre l'Ucraina.

I Paesi dell'Unione Europea approveranno in giornata una proposta di emergenza ridimensionata per ridurre la domanda di gas, nel tentativo di liberarsi della dipendenza dalla Russia e prepararsi a un possibile taglio totale delle forniture.

L'esercito ucraino ha riferito oggi di un attacco missilistico russo nel sud del Paese e che le forze ucraine hanno colpito obiettivi nemici. Serhiy Bratchuk, portavoce dell'amministrazione militare di Odessa, ha riferito a un canale televisivo ucraino che un missile lanciato dalla direzione del Mar Nero ha colpito la regione, senza però fornire informazioni sulle vittime.

A est di Odessa, lungo la costa del Mar Nero, le infrastrutture portuali di Mykolaiv sono state danneggiate da un attacco, secondo il sindaco Oleksandr Senkevich.

Il ministero della Difesa russo non ha risposto a una richiesta di commento.

Un grave incendio è scoppiato in un deposito di petrolio nel distretto di Budyonnovsky della Repubblica Popolare di Donetsk, sostenuta dalla Russia, nell'Ucraina orientale, dopo che le truppe ucraine hanno bombardato la provincia, ha riferito la TASS, citando un giornalista presente sulla scena. Non sono state segnalate vittime o feriti.

Il gigante energetico russo Gazprom ha comunicato ieri che i flussi di gas verso la Germania attraverso il gasdotto Nord Stream 1 scenderanno a 33 milioni di metri cubi al giorno a partire da domani. Ovvero la metà dei flussi attuali, che sono già pari solo al 40% della capacità normale. Prima della guerra, l'Europa importava dalla Russia circa il 40% del gas e il 30% del petrolio.

Il Cremlino sostiene che la sospensione della fornitura di gas è dovuta a problemi di manutenzione e alle sanzioni occidentali, mentre l'Unione Europea ha accusato la Russia di esercitare un ricatto energetico.

I politici europei hanno più volte ribadito che la Russia potrebbe interrompere le forniture di gas quest'inverno, una misura che spingerebbe la Germania in recessione e nuocerebbe ai consumatori già colpiti da un'inflazione alle stelle.

Mosca dice di non essere intenzionata a interrompere completamente le forniture di gas all'Europa.

Ad aggravare le preoccupazioni sul fronte energetico, la società statale ucraina di gestione dei gasdotti ha detto che Gazprom, senza preavviso, ha aumentato notevolmente la pressione in un gasdotto che attraversa l'Ucraina per fornire il gas russo all'Europa.

Questi picchi di pressione potrebbero causare problemi, tra cui la rottura delle condutture, e gli operatori dei gasdotti sono obbligati a darne comunicazione in anticipo, ha detto l'azienda ucraina. Gazprom non ha fornito commenti in merito.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli