Italia Markets closed

Tav, Toninelli: ben venga il referendum, ma avveduto e informato

Voz

Roma, 10 gen. (askanews) - Sulla Tav Torino-Lione il referendum "è uno strumento splendido, ben venga se lo chiedono i cittadini, anche se andava fatto quando si discuteva dell'opera 15 o 20 anni fa". Lo afferma il ministro di Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli con un post su Facebook. "Ma il dibattito referendario deve essere avveduto e informato: inutile parlarne prima di aver conosciuto e studiato per bene i numeri dell'analisi costi-benefici".

Ad ogni modo sulla Tav "nessun giallo, nessun mistero, nessuna melina e nessun timore di mostrare i risultati di una analisi che il mio ministero ha fortemente voluto, in nome della trasparenza e della responsabilità circa le decisioni di spesa sulle grandi opere - afferma il ministro -. Abbiamo lasciato piena libertà ai tecnici di applicare una metodologia, quella costi-benefici, internazionalmente riconosciuta come la migliore per valutare l'impatto economico e sociale di alcune infrastrutture, sulle quali è noto esserci un forte dibattito pubblico e su cui era quindi doveroso per il Governo focalizzare l'attenzione".

"Le risultanze dell'Acb sul Tav Torino-Lione saranno pubblicate in modo integrale assieme all'analisi giuridica, esattamente come accaduto con il Terzo Valico. Tutti i risultati di quella analisi sono a disposizione di ciascuno ed erano stati condivisi anche con la Lega, al di là delle mille indiscrezioni giornalistiche. Lo stesso sarà fatto sul Tav non appena saranno completati tutti i passaggi - dice ancora Toninelli -: gli esiti saranno disponibili per il pubblico dibattito di esperti e non".