Italia Markets closed

TAV: Zucchetti, grande opportunità per lavoro e business

michele fanigliulo

Pubblichiamo un estratto dell'intervista al professor Zucchetti della Bocconi (l'intervista integrale su Finanza.com) dedicata alla TAV.

Perché si vuole costruire la TAV? Quali sono le opportunità legate a tale progetto?

"Il principale motivo per cui si vuole costruire quella galleria è per evitare che i treni debbano salire per 800 metri di dislivello e poi scendere per 800 metri di dislivello come succede attualmente. Un treno moderno traina 2.000 tonnellate. Portare tale peso su per 800 metri e soprattutto giù per 800 metri è un rischio altissimo. Oggi un treno moderno non può passare dalla galleria attuale".

Il problema dunque “non è collegare Torino con Lione. L’Europa sta costruendo dei corridoi di scorrimento (come quello mediterraneo che porta le merci da Lisbona a Kiev) su strada e ferrovia e sta chiedendo a tutti i Paesi di sostituire i pezzi più vecchi. La TAV dunque rientra in un progetto ben più importante e strategico per l’Europa e per il nostro Paese”.

“Proprio per quanto detto prima, sottolinea Zucchetti, le merci, se non passeranno a sud delle Alpi passeranno a nord e noi rimarremo tagliati fuori da quei flussi che sono una grande opportunità in termini di lavoro e business. L’Italia infatti è un Paese di trasformatori. Noi importiamo, trasformiamo ed esportiamo. I nostri principali clienti sono in Europa. In particolare, la Germania è il primo, la Francia è il secondo, la Spagna è il quarto e la Gran Bretagna è il quinto. Sulla frontiera con la Francia passa la maggior parte dei traffici per la Gran Bretagna, tutto il traffico per la Francia e il traffico per Spagna e Portogallo”.