Italia markets open in 29 minutes
  • Dow Jones

    34.838,16
    -97,31 (-0,28%)
     
  • Nasdaq

    14.681,07
    +8,39 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    27.641,83
    -139,19 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1876
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    32.338,48
    -1.347,91 (-4,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    932,78
    -28,12 (-2,93%)
     
  • HANG SENG

    26.128,21
    -107,59 (-0,41%)
     
  • S&P 500

    4.387,16
    -8,10 (-0,18%)
     

Tim taglia stima Ebitda 2021 dopo accordo con Dazn, titolo giù

·2 minuto per la lettura
Il logo di Telecom Italia per il marchio Tim

ROMA (Reuters) -Telecom Italia (TIM) ha aggiornato le sue previsioni su ricavi ed Ebitda dopo l'accordo con il servizio di streaming DAZN per la distribuzione del campionato di calcio italiano di massima serie. In particolare per quest'anno la società ha tagliato la previsione sull'Ebitda domestico e di gruppo ora previsto in diminuzione "low to mid single digit", contro una precedente stima di crescita "stable to low single digit".

La borsa sta reagendo male a quello che nei fatti viene percepito come un profit warning. Intorno alle 10,30 le azioni cedono il 3,1% a 0,37 euro, con il titolo sui minimi da fine febbraio scorso. Secondo gli analisti di Intesa Sanpaolo, "la reazione del mercato è negativa poiché la società ha nuovamente posticipato i propri target di stabilizzazione dell'Ebitda domestico e il downgrade della guidance sull'Ebitda domestico è anche peggiore rispetto alle nostre caute attese di un calo dell'1,7% anno su anno".

Secondo un primario broker italiano, la revisione della guidance sul 2021 conferma l'estrema volatilità del mercato domestico. In una nota emessa stamani, Tim ha aggiunto che ora prevede una crescita "low to mid single digit" per le sue entrate organiche di servizio nel periodo 2022-2023, contro una precedente previsione di una crescita "low single digit". L'Ebitda dovrebbe mostrare una crescita "mid single digit" nello stesso periodo, rispetto alla precedente previsione di una crescita "low to mid single digit".

In parallelo, Sempre stamani, in un'intervista al Corriere della Sera, l'AD Luigi Gubitosi ha affermato che la rete broadband unica in Italia è una grande opportunità per risparmiare e che l'utilizzo ottimale delle strutture già esistenti darebbe certezze sul raggiungimento degli obiettivi di copertura al 2026 indicati dal ministro Colao.

(in redazione Stefano Bernabei, Cristina Carlevaro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli