Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.812,54
    -1,85 (-0,01%)
     
  • Nasdaq

    15.185,55
    +24,02 (+0,16%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1766
    -0,0060 (-0,51%)
     
  • BTC-EUR

    40.529,73
    -657,32 (-1,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.224,95
    -8,34 (-0,68%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • S&P 500

    4.480,52
    -0,18 (-0,00%)
     

Telecom Italia: Serie A al via con problemi su Dazn, meglio su Tim Vision che ora potrebbe raccogliere più abbonati

·1 minuto per la lettura

La prima giornata di calcio di Serie A è partita non senza problemi per la piattaforma Dazn. Molti utenti avrebbero lamentato disservizi e una qualità dell'immagine scadente. Secondo Repubblica, gli utilizzatori della piattaforma Tim Vision avrebbero invece avuto meno problemi. "Se confermato - sottolineano gli analisti di Equita - questa differenza tra le due piattaforme potrebbe aiutare Tim a raccogliere abbonati a Tim vision, un elemento in aggiunta a un'offerta economica molto interessante con l'accoppiamento con la Champions League di Infinity+ allo stesso prezzo proposto da Dazn per la sola Serie A". È importante però che i problemi tecnici di Dazn vengano superati rapidamente perché si sta creando malumore per la scelta della Lega di Serie A di affidare i diritti alla piattaforma di streaming. Non sono emersi al momento elementi sul numero di clienti che hanno sottoscritto il contratto e, ancora più importante, sulla capacità di questo servizio di portare a nuove attivazioni di contratti UBB. "Le nostre stime - proseguono dalla si milanese - ipotizzano 1,5 milioni di clienti Tim Vision e 333mila net adds broadband nel 2021. Il maggior valore aggiunto a nostro avviso arriva proprio da questi ultimi, visto il costo dei contenuti calcio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli