Italia markets close in 4 hours 49 minutes

Telecom: più del 20% in un anno e mezzo

Andrea Galeazzi
 

Settimana di dividendi per il Portafoglio Italia che naturalmente batte il FTSE-MIB con un +3,37% contro un +2,75%. Anche con questi risultati noi continuiamo ad essere estremamente cauti, per non dire scettici, sull’attuale andamento dei mercati azionari.

Per quanto riguarda il Portafoglio Italia, benché profondamente convinti della solidità dei titoli in portafoglio, la grossa incognita rimane come si comporteranno i titoli bancari nell’erogazione dei dividendi, ossia se sono solo rimandati ad ottobre od annullati completamente per quest’anno. Non ci resta che attendere per i prossimi mesi.

Ad ogni modo, anche in questo contesto, continuiamo a cercare soluzioni che ci permettano di proteggersi ma allo stesso tempo darci buoni margini di guadagno.

La scelta del sottostante è dovuta a due fattori: uno macroeconomico e l’altro tecnico.

Il primo è in fondo anche banale: il lockdown ci ha dimostrato una volta in più l’importanza di una rete di telecomunicazioni efficiente e riteniamo che prima o poi lo stato dovrà prendere direttamente iniziative in merito come ad esempio la fusione con la rete open fiber. L’altro è l’aumento della volatilità dovuto alla comunicazione di risultati che non hanno convinto il mercato.

Personalmente riteniamo che le aziende di telecomunicazioni vadano valutate come si valutano le utility, quindi non bisogna aspettarsi tassi di crescita paragonabili ai tecnologici.

Passiamo quindi all’analisi tecnica:

Come potete notare il titolo ha fatto un minimo intorno area 0,285€ per poi rimbalzare. Cosa ancora più interessa è che il livello della barriera (che ricordiamolo è discreta, ossia da rilevare solamente alla scadenza) è sotto i minimi storici mai fatti registrare dal titolo.

Il certificate è acquistabile a 92,05€ che significa un guadagno potenziale del 20,6% in circa un anno e mezzo (circa il 13,73% annuo), a fronte di una barriera che dista dai prezzi attuali il 17%, ma soprattutto è posta su livelli mai toccati.

Autore: Andrea Galeazzi Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online