Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.124,91
    +319,70 (+1,29%)
     
  • Dow Jones

    35.064,18
    +240,83 (+0,69%)
     
  • Nasdaq

    14.836,54
    +151,94 (+1,03%)
     
  • Nikkei 225

    27.548,00
    +159,80 (+0,58%)
     
  • Petrolio

    72,04
    +0,13 (+0,18%)
     
  • BTC-EUR

    27.413,33
    -280,85 (-1,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    780,52
    -13,21 (-1,66%)
     
  • Oro

    1.801,90
    -3,50 (-0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,1779
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.411,87
    +44,39 (+1,02%)
     
  • HANG SENG

    27.321,98
    -401,86 (-1,45%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,10
    +50,05 (+1,23%)
     
  • EUR/GBP

    0,8561
    +0,0014 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0827
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,4795
    +0,0014 (+0,09%)
     

Tenaris: nel III trimestre risultati in calo, acconto dividendo confermato a 0,13 dollari

Trimestrale debole per Tenaris. Il gruppo ha riportato nel terzo trimestre dell'anno un fatturato pari a 1,764 miliardi di dollari, in ribasso del 7% rispetto allo stesso periodo del 2018, a causa del rallentamento delle attività negli Stati Uniti e in Argentina. L'Ebitda è sceso del 18% a 322 milioni di dollari e l'utile netto ha evidenziato una flessione del 59% a 101 milioni di dollari. Il Cda di Tenaris ha inoltre deliberato il pagamento di 0,13 dollari per azione come acconto sul dividendo relativo all'esercizio in corso, in linea con quello del 2018. La cedola sarà staccata il prossimo 18 novembre e sarà messa in pagamento il 20 novembre. Guardando al futuro, Tenaris rimane piuttosto cauta. Per il quarto trimestre prevede le vendite dovrebbero subire ancora un impatto negativo da un calo dei prezzi di vendita e dal rallentamento dell'attività negli Stati Uniti e Argentina. Per il 2020, il gruppo si aspetta una ripresa delle vendite oltre a un miglioramento della marginalità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli